Grave incidente a Linguaglossa, dove interviene l’elisoccorso

Giornate di massicce presenze sulle piste di sci dell’Etna, queste di inizio febbraio anche per la concomitanza con le festività agatine. Sia a Linguaglossa (Etna Nord), sia a Nicolosi (Etna Sud), la Questura di Catania ha attivato il servizio di sicurezza e soccorso in montagna, espletato da personale specializzato della Polizia di Stato coordinato dal Centro addestramento alpino di Moena. E nei giorni 3, 4 e 5 febbraio il personale del Servizio di sicurezza e soccorso in montagna della Polizia di Stato, è intervenuto per soccorrere tre sciatori infortunati con fratture agli arti superiori ed inferiori. In particolare, sulla pista Anfiteatro (Etna Nord) uno sciatore era rimasto privo di conoscenza dopo una caduta.

Gli agenti, giunti sul posto a bordo di una motoslitta, hanno accertato che l’infortunato aveva attività respiratoria ma scarsa capacità cognitiva. Chiesto l’intervento dell’elisoccorso – atterrato sulla stessa pista da sci – per la evidente gravità del trauma. Ricoverato all’Ospedale “Cannizzaro” di Catania, lo sciatore ha riportato una frattura. Le sue condizioni, dopo le cure dei sanitari, sono complessivamente buone. Il servizio è stato istituito per pattugliare, vigilare e verificare le condizioni delle piste di sci e relativa segnaletica, al fine di prevenire incidenti, avendo cura di segnalare tempestivamente ai responsabili delle Società che gestiscono le piste le eventuali anomalie e situazioni di pericolo per la sicurezza degli sciatori.

Print Friendly, PDF & Email
Hashtags #Etna #feriti #in evidenza #Polizia #sci #sciatori #soccorso alpino