Slc Cgil e Fistel Cisl sollecitano confronto con le parti in causa

Nuova richiesta di incontro in Prefettura, a Catania, sul percorso del nuovo soggetto che erediterà la forza lavoro che fu della Qè, il call center di Paternò dichiarato ufficialmente fallito negli scorsi giorni, che assicurava uno stipendio centinaia di operatori, gran parte paternesi. Di seguito la richiesta avanzata da Slc e Fistel.

All’Illustrissimo Prefetto di Catania
Via Prefettura
Catania
Oggetto: Richiesta Incontro Vertenza Qè

Le scriventi organizzazioni sindacali, con la presente richiedono un incontro per verificare gli avanzamenti sulla gravosa vertenza che coinvolge i lavoratori ex Qè. Chiediamo di fare intervenire le istituzioni locali e regionali come la Presidenza della Regione ed il Comune di Paternò congiuntamente alle committenti (Enel, Transcom, Sky e Wind) e alla nuova impresa Di Bella Group. Ci permettiamo di allegare un elenco email che potrebbe servire per la convocazione. La Ringraziamo anticipatamente e siamo sicuri di un Vostro riscontro.
Distinti Saluti

Catania lì, 26 giugno 2017

I Segretari Generali di
Slc Cgil Catania Davide Foti
Fistel Cisl Antonio D’Amico

Print Friendly, PDF & Email
Hashtags #antonio d'amico #call center #davide foti #ex qè #fistel cisl #in evidenza #lavoratori #operatori #Paternò #prefettura #qè #slc cgil