“Earth Day” affonda le sue radici negli anni ’60 nel pieno della contestazione giovanile. Nel weekend diverse le iniziative per celebrare la giornata

Si chiama “Earth Day”, Giornata della Terra, ed è una delle manifestazioni ambientaliste che affonda le radici negli anni ’60, in piena contestazione giovanile. Ma la prima giornata in assoluto è del 1970: il 22 aprile di quell’anno si svolse la prima manifestazione a difesa della Terra. Da allora in poi fu un crescendo sino ad arrivare all’Earth Day (Giornata della Terra) attuale, la più grande manifestazione ambientalista del pianeta, l’unico momento in cui tutti i cittadini del mondo – su iniziativa delle Nazioni Unite – si uniscono per celebrare la Terra e promuoverne la salvaguardia, per una manifestazione che coinvolge ogni anno un miliardo di persone in 193 paesi del mondo.

 

Anche in provincia di Catania sono diverse le iniziative in programma per il 22 aprile, un mese e due giorni dopo l’equinozio di primavera, giorno in cui si celebra l’Earth Day. Iniziative anche nel weekend.
Il 22 aprile, Giornata della Terra, si svolgerà la didattica nelle scuole in diversi comuni fra cui Paternò, a cura di Vivisimeto.
Sabato 23 aprile dalla Stazione Borgo della Ferrovia Circumetnea partirà il “Il treno delle bici” con una carrozza allestita apposta per il trasporto delle bici, con partenza da Catania e arrivo a Bronte; da lì i bikers raggiungeranno Piano dei Grilli dove si svolge una giornata promossa da Ebna e Dintorni. Nel pomeriggio, sempre a Piano  dei Grilli, “G’Astronomy” , degustazioni tipiche e osservazione della volta astrale con telescopio.
Domenica 24, infine, sempre a Piano dei Grilli, inaugurazione di parte del tratto Siciliano del Sentiero europeo E1 (Capo Nord – Capo Passero, di seimila chilometri). Madrina dell’iniziativa il Presidente del Parco dell’Etna, Marisa Mazzaglia.

Hashtags #Bronte #Giornata per la Terra #in evidenza #Paternò