Il figlio Placido ospite della scuola media “Verga” dove insegna la docente biancavillese Rosetta D’Agati

Verrà celebrato lunedì prossimo 27 gennaio, nell’anniversario della liberazione del campo di concentramento di Auschwitz da parte delle truppe dell’Armata Rossa, il Giorno della Memoria, ricorrenza internazionale in ricordo delle vittime dell’Olocausto nazista. Nell’aula magna della scuola media “Verga” di Limbiate (provincia di Monza Brianza) è stato commemorato mercoledì scorso 22 gennaio il docente biancavillese Gerardo Sangiorgio (1921 -1993) Internato Militare Italiano nella seconda guerra mondiale e deportato nei lager di Neubranderburg bei Neustrelitz, Duisdorf e Bonn, am Rhein.

Sopravvissuto ai campi di sterminio, Sangiorgio fu docente di materie letterarie; il 9 ottobre 1984 venne insignito dal Presidente della Repubblica Sandro Pertini del titolo onorifico di “Combattente per la libertà d’Italia”. A Limbiate, nel corso dell’iniziativa, sono intervenuti il presidente della locale sezione Anpi, Giuliano Ripamonti; il sindaco Antonio Domenico Romeo, che ha recato i saluti della comunità brianzola; Placido Antonio Sangiorgio, figlio di Gerardo; e la docente di arte della media “Verga” Rosetta D’Agati, originaria di Biancavilla che fu alunna di Gerardo Sangiorgio alla “Luigi Sturzo”. Nel corso dell’iniziativa sono state lette alcune poesie a cura degli studenti e sono state consegnate targhe e pergamene.

«Grazie professore Gerardo Sangiorgio – dichiara la professoressa D’Agati a Yvii24 – le sarò per sempre riconoscente non finirò mai di ringraziarla per il segno che mi ha lasciato. Spero di lasciare un briciolo ai miei amati alunni, trasmettere l’educazione l’amore per lo studio ma soprattutto l’amore per la bellezza di questo universo».

Print Friendly, PDF & Email
Hashtags #Biancavilla #gerado sangiorgio #limbiate #placido sangiorgio #rosetta d'agati #Ultime notizie