I fatti nel cuore della notte. Futili motivi alla base delle botte

I Carabinieri del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Gravina di Catania  hanno arrestato nel comune etneo, in flagranza di reato, un pregiudicato di 37 anni, già ristretto agli arresti domiciliari, responsabile di lesioni personali e  maltrattamenti in famiglia, nei confronti della moglie. La donna, anch’ella 37enne, madre di due bambini  di 4 e 8 anni, vittima negli anni di continue vessazioni, stanotte, al culmine dell’ennesima lite scaturita per futili motivi, è stata violentemente aggredita a calci e pugni dal coniuge proprio in presenza dei due figlioletti.

 

La vittima ha chiesto aiuto al 112 consentendo, nel giro di pochi minuti, l’intervento di una pattuglia del radiomobile che, entrata nell’abitazione, ha bloccato ed ammanettato il marito violento. La donna, tramite un’ambulanza del 118, è stata trasportata all’Ospedale Cannizzaro di Catania dove i medici, dopo averla visitata e medicata, le hanno riscontrato lesioni guaribili in dieci giorni. L’arrestato, dopo le formalità di rito, è stato rinchiuso nel carcere di Catania Piazza Lanza.

Hashtags #arresto #carabinieri #in evidenza #maltrattamenti #marito #violenza #violenza domestica