Anteprima delle tappe: la Cefalù – Rifugio Sapienza/Etna Sud toccherà il versante occidentale del vulcano

A poche ore dalla presentazione ufficiale del Giro d’Italia Centesima edizione, che avverrà domani a Milano, iniziano a trapelare le prime indiscrezioni che sono particolarmente entusiasmanti per Adrano, Biancavilla, Santa Maria di Licodia e Ragalna, che vedranno sfilare la carovana “rosa”. Il via venerdi 5 maggio dalla Sardegna con la tappa inaugurale da Alghero ad Olbia. Il Giro d’Italia tornerà a solcare le vie del territorio Etneo il prossimo 9 maggio, dopo l’assenza dal 2011 quando, anche in quell’occasione, l’arrivo fu al Rifugio Sapienza nella tappa da Messina all’Etna. Nel comprensorio occidentale del vulcano, invece, la “corsa Rosa” si fa desiderare dal lontano 2008, quando anche in quell’occasione attraversò le cittadine di Santa Maria di Licodia, Biancavilla e Adrano.

Ad interessarci in maniera diretta, sarà proprio la quarta tappa del Giro d’Italia 2017 che da Cefalù condurrà i corridori al Rifugio Sapienza/Etna Sud, con un passaggio lungo la costa tirrenica da Finale di Pollina, Castel di Tusa, Santo Stefano di Camastra e Marina di Caronia, fino a imboccare ad Acquedolci la salita verso San Fratello, e successivamente verso i 1524 metri del Gran premio della montagna di Portella Femmina Morta, il più alto valico dei Nebrodi.
Quindi discesa passando da Cesarò verso la Valle del Simeto, poi risalita su Bronte, discesa verso Adrano, Biancavilla, Santa Maria di Licodia, salita in direzione di Ragalna, Nicolosi, per imboccare infine la sp 92 per i conclusivi 19 km di ascesa fino al Rifugio Sapienza, posto a 1.921 metri d’altitudine. Una tappa che certamente farà molta selezione, con due Gran Premi della Montagna, ma che darà spettacolo non solo agli appassionati di ciclismo.

Hashtags #100 edizione #Adrano #Biancavilla #Bronte #corsa rosa #gazzetta dello sport #giro d'italia #in evidenza #Ragalna #Santa Maria di Licodia