L’8 marzo, alla Casa del popolo Rosano – Maccarrone di Adrano, Lina Giuffrida porterà in scena la storia della “rivoluzionaria” Concetta La Ferla

Il teatro come mezzo attraverso cui raccontare storie di vita esemplari. La scuola licodiese di teatro e danza “Etoilè” di Lina Giuffrida e Ilaria Bontempo coglie l’occasione dell’8 marzo, Giornata Internazionale dedicata alle donne, per raccontare la storia di una donna caparbia, simbolo di lotta e passione, attraverso lo spettacolo teatrale “Il vento ed il deserto”, che andrà in scena mercoledì 8 marzo alle ore 19:00 presso la Casa del popolo Rosano – Maccarrone di via Vittorio Emanuele ad Adrano.
Il monologo, interpretato dall’attrice e insegnante di recitazione del Laboratorio d’arte Lina Giuffrida, è liberamente ispirato al libro “Di Concetta e le sue donne” (Sellerio Editore) di Maria Attanasio, che racconta la storia appassionante della calatina Concetta La Ferla, fondatrice, negli anni sessanta del secolo scorso, della prima sezione femminile del Partito Comunista Italiano: Concetta è una donna dal carattere forte che tenta di aprire la strada alle donne in un mondo prettamente maschilista, convinta che si debba fare politica di classe tutti insieme, uomini e donne, in nome del bene comune. Un “grido” di sentimenti ed emozioni, quello di Concetta, tradotto nero su bianco dalla scrittrice e amica Maria Attanasio in un testo intriso di passione, che Lina Giuffrida porterà in scena proprio l’8 marzo, per celebrare attraverso il teatro la grandezza delle donne.

Print Friendly, PDF & Email
Hashtags #Adrano #concetta la ferla #il vento ed il deserto #in evidenza #laboratorio d'arte etoilè #lina giuffrida #monologo #teatro