Insolita festa dell’Epifania nei centri pedemontani: da Paternò ad Adrano, passando per Biancavilla, Licodia, Belpasso e Ragalna le città sotto una tormenta di neve

Babbo Natale presta la slitta alla befana, per questa insolita Epifania in bianco. Una delle feste cristiane più importanti che celebra la rivelazione di Dio agli uomini, Gesù bambino che riceve la visita dei Magi, a cui la tradizione popolare affianca la vecchina che vola sulle città per portare dolciumi e carbone, per questo 2017 appena iniziato è destinata a restare nella storia. È il cosiddetto “Burian della Befana”, il vento gelido che spira dalla Russia ad aver portato la colonnina di mercurio ai minimi e ad aver imbiancato il 6 gennaio la Sicilia, ma non solo.
Veniamo al comprensorio sud-occidentale dell’Etna, che si è insolitamente ricoperto di neve, come avviene solo per alcuni giorni l’anno, e nemmeno tutti gli anni. L’ondata di gelo è destinata ad accompagnarci sino ai primi giorni della prossima settimana. Innumerevoli disagi nelle cittadine pedemontane, non certo attrezzate per le bufere di neve, ma anche tante allegria soprattutto per i più piccoli usciti a giocare per le strade e le piazze. In tutte le cittadine scuole chiuse dopo le ordinanze sindacali e strade in gran parte impraticabili a causa del ghiaccio. I consigli di buon senso per tutti sono di non uscire in auto se non necessario; evitare di raggiungere la statale 284 (scorrevole) per Catania o Adrano e, in caso, utilizzare le strade interne.

Anche Paternò ha beneficiato della sua spruzzata di neve, cosa assai rara per la cittadina posta a poco più di duecento metri d’altitudine. Ieri il nevischio è riuscito ad addensarsi sino ad accumulare una coltre di qualche centimetro sui tetti e sui balconi resistita sino a stamattina. Insolito lo scenario al castello normanno contornato dalla soffice neve. Disagi a Belpasso, soprattutto nella frazione di Borrello, dove la circolazione stradale è difficoltosa da ieri. In tanti, oggi, non sono potuti uscire con l’auto per il ghiaccio presente sulle strade. A Santa Maria di Licodia, una ventina di auto, ieri,  auto sono rimaste bloccate alle Vigne. Son dovuti intervenire i Vigili del Fuoco per consentire il rientro a casa di automobilisti e passeggeri. Anche qui tetti imbiancati, ghiaccio per le strade e fiocchi di neve alle otto di stamani. Ragalna è in uno scenario di tipo alpino. La neve ricopre per diversi centimetri ogni cosa. Bloccata la circolazione stradale.

Non pochi disagi a Biancavilla, dove è attiva in sostegno della popolazione la Protezione civile comunale che coordina le associazioni di volontariato di protezione civile. Ieri, nel corso di diversi interventi in sostegno degli automobilisti, due vigili urbani sono rimasti feriti dopo essere scivolati sul ghiaccio. Per uno dei due una frattura alla spalla, per l’altro una contusione con slogatura ad un polso. Piccoli incidenti, causati dal pattinamento delle vetture, si sono registrati in diversi punti della città. Le auto ferme in carreggiata hanno provocato ulteriori disagi. Nel tentativo di rendere le strade percorribili, è stato sparso il sale su diverse arterie. Tramite la Protezione civile oggi è possibile raggiungere le farmacie per il ritiro dei medicinali, evitando, così,  di uscire a piedi o in auto. Per chi dovesse utilizzare necessariamente la propria vettura,  è sconsigliato l’utilizzo della statale 284, dove si segnala ghiaccio agli svincoli in entrata ed uscita.

Stesso scenario anche ad Adrano. Difficili i collegamenti viari per Biancavilla, strada interna e statale; praticamente interrotti i collegamenti per Bronte. Anche la cittadina si è lentamente addormentata nella tormente di neve e si è svegliata in uno scenario candido. Nelle strade cittadine è stato difficile stamattina procedere in auto. Sparso il sale per consentire un minimo di circolazione.
Autori foto: Giovanni Stissi e Carmelo Cantarella (Biancavilla); Luigi Crispi, Luca Crispi, Ornella Fichera (Santa Maria di Licodia); Gino Asero (Belpasso); Rosanna Asero (Paternò)

GALLERIA FOTOGRAFICA NEVICATA EPIFANIA 2017

 

Print Friendly, PDF & Email
Hashtags #Adrano #Belpasso #Biancavilla #bufera #Catania #epifania 2017 #Etna #in evidenza #neve #Paternò #Ragalna #Santa Maria di Licodia #sicilia