Grazie a Facebook e ad alcune foto condivise sul social, il cane ritrova la sua padrona dopo diversi mesi di vagabondaggio

È certamente una storia strappalacrime quella che ha come protagonisti Miele e Valeria, conclusasi a lieto fine, nella tarda serata di ieri a Santa Maria di Licodia. Miele è un cane meticcio, femmina, taglia media, che nel mese di dicembre aveva deciso di esplorare il mondo. Quel mondo che fino ad allora aveva visto solamente dalle sbarre del cancello della casa di campagna dove viveva, per nulla trascurato dai suoi padroni che quotidianamente le portavano da mangiare e non le facevano mancare le coccole. Miele, in un giorno di dicembre, non ha proprio resistito a quel cancello lasciato aperto, forse richiamata pure da un corteggiatore che si trovava in zona e decise di lasciare la sua casa per vivere la sua avventura da “Lilli e il Vagabondo”.

Dall’altro lato Valeria, padrona di Miele, con il suo carico di tristezza che l’ha portata ad una quotidiana ricerca di quel cagnolone dagli occhi dolcissimi con tanti pensieri per la testa, tra cui quello di non poter più riabbracciare e coccolare Miele e perdersi nei suoi occhi dolci.
Tutto però sembra cambiare la sera di giovedì scorso quando Miele, casualmente, si ritrova ad incontrare Akira, un labrador di 2 anni con la sua padroncina Agata. Come non sarebbe potuta scattare l’amicizia tra i due cani? La prima molto docile, e alla ricerca di affetto, a tratti impaurita – forse dalle avventure vissute in questi mesi – ed abituata al contatto umano, mentre la seconda giocherellona, con la coda scodinzolante e pronta a scorrazzare insieme a Miele nel prato dove ogni sera la sua padroncina la conduce.

Agata decide quindi di fare qualche foto con Miele – che ribattezza Piuma, data la morbidezza del suo pelo – e di pubblicarla su Facebook, magari sperando che qualcuno potesse riconoscerla. La notifica di un messaggio non tarda ad arrivare ed è proprio quella di Valeria che chiede informazioni ad Agata su quel cane visto in foto e che ha riacceso in lei la speranza di poter riabbracciare il fedele “amico” a quattro zampe. Un veloce scambio di messaggi con i numeri telefonici e la promessa da parte di Agata di ricontattarla non appena avrà notizie di Miele. La vicenda di evasione si conclude nella serata di ieri quando ancora una volta Agata si imbatte in Miele nella zona della palestra comunale licodiese e contatta subito Valeria che, catapultatasi sul posto, riconosce il cane perduto da mesi. Tra i due scoppia l’abbraccio e l’immediata richiesta di coccole di Miele che alla vista della padroncina si getta a pancia in su con le zampe in aria.

Hashtags #cani #in evidenza #randagismo #Santa Maria di Licodia