Si tratta di un 24enne di Mascalucia che avrebbe arrotato due giovani dopo una lite

È stato arrestato sabato scorso a Mascalucia, dove risiede, il presunto investitore del “Mama Sea” di Aci Castello, il locale nei pressi del quale, giovedì notte in seguito a una lite, due persone sono state investite intenzionalmente da un’auto. In esecuzione di un provvedimento emesso dal Pubblico Ministero, i Carabinieri della Compagnia  di Acireale, a seguito di complesse indagini, hanno eseguito un decreto di fermo di indiziato di delitto a carico di Francesco Guardo, 24 anni, titolare di una società di autonoleggio, ritenuto l’investitore di giovedì.
L’attività investigativa, infatti, ha consentito di accertare che Guardo, intorno alle 3 del mattino al termine della serata, avrebbe travolto con la propria autovettura –una Peugeot 1007 nera – due ragazzi che stavano attraversando le strisce pedonali, probabilmente dopo una lite.

 

Dagli accertamenti e dalle testimonianze raccolte e con l’ausilio delle immagini dei servizi di videosorveglianza, lungo il tratto percorso dalla vettura, gli inquirenti sono riusciti a delineare in poche ore i contorni di una vicenda che ha avuto conseguenze molto gravi per i due malcapitati, soprattutto per uno di loro che, attualmente, si trova in prognosi riservata presso l’ospedale “Cannizzaro” di Catania. Il giovane è stato violentemente trascinato per circa 500 metro sotto la macchina fino a quando non è riuscito a disincagliarsi dal paraurti anteriore, rimanendo privo di sensi sul selciato.
Il fermato è stato condotto presso la casa circondariale di Catania Piazza Lanza a disposizione dell’Autorità Giudiziaria per rispondere dei reati di tentato omicidio, simulazione di reato ed incendio doloso.

Print Friendly, PDF & Email
Hashtags #arresto #carabinieri #in evidenza #investitore