Nota del presidente del Consiglio comunale sui necrologi sequestrati dalla Polizia

Intervento del presidente del Consiglio comunale di Adrano, Alessandro Zignale, sui lutti affissi due sere fa che riguardavano il pentito Valerio Rosano. Zignale condanna il gesto e auspica una rapida soluzione del caso. Di seguito la nota integrale.

Manifesti funebri apparsi per le vie di Adrano

In un momento in cui Adrano si raccoglieva attorno la perdita di Padre Conti e il Consiglio era riunito per trattare il Bilancio, non si può accettare l’azione di chi pensa di poter fare ciò che vuole in un paese che reputi di potersi chiamare civile, tappezzando le vie di Adrano con manifesti funebri diretti ad un soggetto ancora in vita. Ritengo gravissimo il gesto che ignoti hanno portato a termine e ancora più grave il velo di omertà di chi non ha visto chi attaccava i manifesti in pieno giorno o la possibile tipografia che li abbia stampati. Azioni come questa ci isolano in quel triangolo della morte e nelle varie geometrie mafiose da cui non riusciamo a venirne fuori.
Auspico una rapida soluzione delle Forze dell’Ordine, poiché Adrano non è questo, noi lo sappiamo, gli adraniti lo sanno, affinché venga definitivamente debellato questo cancro dal linguaggio comune di chi non conosce il nostro territorio e le eccellenze che esso potrebbe offrire.

Il Presidente del Consiglio
Alessandro Zignale

Hashtags #Adrano #alessandro zignale #in evidenza #lutto #necrologio #pentito #valerio rosano