I malviventi portarono via 300 euro e presero a schiaffi un impiegato

Due persone sono state arrestate a Misterbianco dai Carabinieri della locale Tenenza in esecuzione di una ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal G.I.P. del Tribunale di Catania per rapina. Si tratta di Giovanni Santoro (di 42 anni) e Vincenzo Solimene (di 22), entrambi misterbianchesi, i quali, come hanno accertato le indagini magistrati della Procura Distrettuale della Repubblica etnea, sarebbero i responsabili di una rapina commessa il 31 gennaio scorso ai danni di una panineria di via Campo Sportivo a MisterbiancoIntorno all’1 e trenta, due individui, di cui uno a volto scoperto e l’altro con il viso parzialmente travisato da un cappuccio e un passamontagna, facevano irruzione nell’esercizio e, previa minacce di morte, rivolte ai due dipendenti in servizio, si impossessavano del registratore di cassa contenente 300 euro in contanti per poi, prima di fuggire, prendere a schiaffi uno degli impiegati a cui intimavano di non chiamare nessuno.

Gli investigatori dell’Arma, a seguito della denuncia presentata dal titolare dell’esercizio commerciale, analizzando le immagini registrate dalle telecamere attive all’interno della panineria, hanno potuto ricostruire il fatto reato orientando le indagini nei confronti degli indagati: uno già noto per i precedenti penali in materia di stupefacenti e l’altro identificato anche per la peculiarità di alcuni tatuaggi impressi in diverse parti del corpo.
Tali elementi probatori sono stati recepiti in toto dal giudice che, su proposta della Procura, ha emesso la misura restrittiva. Gli arrestati, assolte le formalità di rito, sono stati associati al carcere di Catania Piazza Lanza.

Hashtags #aggressione #Misterbianco #panineria #rapina #Ultime notizie