Documento dei segretari dem di Adrano, Biancavilla e Santa Maria di Licodia dopo un incontro in teleconferenza con il Direttore sanitario Asp Rapisarda

Nota congiunta dei segretari comunali del Partito Democratico di Adrano, Biancavilla e Santa Maria di Licodia (rispettivamente Ermanno Vitale, Giuseppe Pappalardo, Francesco Mastroianni) dopo un incontro, tramite teleconferenza, con il Direttore Sanitario dell’Azienda sanitaria provinciale 3 Catania,  Antonino Rapisarda. Al centro della discussione l’ospedale di Biancavilla “Maria Santissima Addolorata” che ha dedicato quasi tutti i suoi reparti all’emergenza covid. Di seguito la nota integrale.

I Segretari dei Circoli del Partito Democratico dei comuni di Biancavilla, Adrano e S.M di Licodia informano i cittadini circa l’importante incontro tenutosi su piattaforma Zoom in data 03-11-2020 con il Direttore Sanitario dell’ASP Catania Dott. Antonino Rapisarda. Lo scopo dell’incontro è stato quello quello di acquisire informazioni in merito alle scelte di carattere organizzativo/gestionale dell’emergenza Covid 19, adottate dall’ASP di Catania per l’ospedale di Biancavilla. Ringraziamo per la cordialità e per la disponibilità il Direttore Sanitario Dott. Antonino Rapisarda ma da una attenta analisi e valutazione degli argomenti trattati sono emerse profonde criticità che vengono evidenziate nel presente documento frutto della condivisione dei tre segretari di circoli che si sono riuniti in data odierna 06-11-2020 sempre su piattaforma Zoom.

1. Abbiamo evidenziato al direttore le criticità che emergono nella gestione mista e nell’assistenza dei malati Covid e NO-Covid, dell’Ospedale di Biancavilla, proponendo di collocare il Centro Covid presso la struttura del “Vecchio Ospedale” di Biancavilla.

2. Abbiamo proposto di riaprire e rendere fruibile per i malati NO-Covid, il polo ambulatoriale di Adrano, mediante la riapertura del PTE (Presidio Territoriale d’Emergenza) al fine di diminuire gli accessi presso l’attuale Centro Covid di Biancavilla.

3. Abbiamo chiesto di attivare il Pre-Triage Covid presso l’Ospedale di Biancavilla ottimizzando e promuovendo l’uso dei tamponi rapidi evitando lo stazionamento promiscuo nelle sale di attesa del pronto soccorso.

4. Abbiamo chiesto rassicurazioni circa il ripristino dei reparti attualmente trasferiti presso altre strutture ospedaliere dopo la conclusione dell’emergenza sanitaria generata dal Covid-19.

Purtroppo le nostre richieste non hanno ricevuto le rassicurazioni che ci aspettavamo, in quanto l’ASP di Catania ha già deciso, su indicazione del Governo Regionale, di non attivare nessuna struttura ospedaliera dismessa e di favorire la stipula di contratti con strutture private per gestire i ricoveri dei malati Covid. Questa scelta non può essere condivisibile, sia sul piano economico, sia sul piano della qualità dell’assistenza al malato che lo vedrebbe penalizzato rispetto a chi si troverebbe ricoverato c/o strutture pubbliche, in quanto pare che le strutture private designate ci risultano essere improvvisate e non attrezzate a gestire l’importante emergenza sanitaria.

Tale situazione di assoluta incertezza ed improvvisazione nasce da una mancata programmazione del Governo Regionale durante la fase estiva, periodo nel quale sarebbe stato possibile organizzare un modello gestionale di emergenza più efficace, che avrebbe permesso la creazione di Centri Covid specializzati lasciando a disposizione della popolazione strutture ospedaliere per la gestione delle altre patologie. In merito al ripristino dei reparti, trasferiti presso altri ospedali il Dott. Rapisarda ha rassicurato la comunità affermando che per l’ospedale di Biancavilla non è previsto alcun “Depotenziamento” strutturale ed organico e che tutti i reparti saranno riaperti al termine dell’Emergenza sanitaria.

Concludiamo il presente comunicato richiamando il Sindaco di Biancavilla – Antonio Bonanno – in qualità di massima autorità sanitaria, ad un maggiore attenzione circa le tematiche collegate alla gestione dell’ospedale di Biancavilla e di evitare il sollevamento di polemiche sterili ed inutile, come il non accesso dei malati NO-COVID presso il pronto soccorso di Biancavilla, in quanto il problema non è il semplice accesso, bensì come approfondito durante l’incontro con l’ASP, quello che deve preoccupare è, al contrario, la gestione promiscua degli accessi alla struttura ospedaliera dei soggetti Covid-19 e NO-Covid.

Biancavilla, 6 novembre 2020

Giuseppe Pappalardo (Segretario Partito Democratico Biancavilla)
Ermanno Vitale (Segretario Partito Democratico Adrano)
Francesco Mastroianni (Segretario Partito Democratico SM di Licodia)

Print Friendly, PDF & Email
Hashtags #Biancavilla #ospedale maria santissima addolorata #Partito Democratico #Ultime notizie