Domani la giornata più fredda: nella notte si scenderà sotto lo zero

Lascerà a casa la fida scopa magica, per indossare gli sci, la Befana del 2019, sfidando un po’ l’avversario di sempre, quel Babbo Natale, che solitamente arriva con la slitta. Sarà, infatti, un’Epifania (ma soprattutto i giorni precedenti) gelata, quella che ci apprestiamo a vivere, per l’ultimo weekend della pausa di fine anno.
Temperature in picchiata da oggi e, nella notte, secondo le previsioni di diversi siti meteo, si scenderà sotto lo zero nei centri del comprensorio sud-occidentale dell’Etna: Adrano, Belpasso, Biancavilla, Ragalna, Santa Maria di Licodia. Sarà domani la giornata più fredda con le temperature massime che supereranno di qualche grado lo zero, mentre le minime scenderanno al di sotto.

Da sabato una lenta risalita, ma, già lunedì, nuova picchiata verso lo zero e oltre. La neve ha già imbiancato la scorsa notte il versante nord dell’Etna: Linguaglossa, Castiglione di Sicilia, Randazzo, Maletto (comune più alto della provincia di Catania), Bronte, ma anche, l’area orientale, Zafferana e le frazioni colpite dal terremoto. Qui, e nei centri più bassi, la coltre, in gran parte, si è sciolta, ma per la nottata in arrivo sono previste nuove e abbondanti nevicate.
Si prevedono tratti ghiacciati sulle strade di montagna: la statale 284 da Adrano verso Randazzo, la statale 120 da Linguaglossa a Randazzo.

Hashtags #befana #maltempo #meteo #neve #Ultime notizie