Vasto intervento dei Carabinieri nei comuni della giurisdizione della Compagnia di Paternò

Nell’ambito dei servizi anticrimine disposti dal Comando Provinciale di Catania, per l’intera serata di ieri, i Carabinieri della Compagnia di Paternò, ponendo sul territorio i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile nonché delle stazioni dipendenti dalla compagnia, hanno battuto palmo a palmo le zone ritenute “sensibili” dal punto di vista criminale, giungendo a diversi arresti.

Arrestato in flagranza di reato il 41enne paternese Alessandro Fazio, poiché ritenuto responsabile di spaccio e detenzione illecita di sostanze stupefacenti.
L’uomo è stato sorpreso in piazza Indipendenza a Paternò mentre cedeva della “marijuana” ad un cliente. Bloccato e perquisito, è stato trovato in possesso di due involucri di carta stagnola contenenti la stessa sostanza stupefacente e 30 euro in contanti, che gli inquirenti ritengono provento della vendita dello stupefacente. Fazio, al termine delle formalità di rito, è stato accompagnato agli arresti domiciliari.

 

Arrestato in flagranza di reato il 20enne paternese Adriano Apolito, poiché ritenuto responsabile di evasione e detenzione finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti. Il giovane, attualmente sottoposto agli arresti domiciliari nel comune di Guidonia (Roma), è stato fermato e sottoposto a controllo mentre a piedi percorreva via Pietro Lupo a Paternò. Perquisito sul posto, è stato trovato in possesso di cinque dosi di marijuana e 10 euro in contanti, presumibilmente incassati da una vendita della droga.

Arrestato il 49enne biancavillese Alfio Petralia, in esecuzione di un ordine per l’espiazione di pena detentiva ai domiciliari emesso dal Tribunale di Catania, relativo ad una condanna a 3 anni e 8 mesi di reclusione per furto aggravato, reato commesso a Biancavilla il 13 maggio 2016.

Arrestato il 68enne biancavillese Salvatore Neri, in esecuzione di un ordine per l’espiazione di pena detentiva ai domiciliari emessa dal Tribunale di Catania, relativo ad una condanna a 4 anni e 8 mesi di reclusione per reati contro la persona commessi a Biancavilla nel febbraio 2016.

Arrestato  il 40enne adranita Marcello Palermo, in esecuzione di un ordine per l’espiazione di pena detentiva ai domiciliari emesso dal Tribunale di Catania, relativo ad una condanna a 6 mesi per violazione degli obblighi inerenti la sorveglianza speciale di pubblica sicurezza, reato commesso a nel capoluogo etneo il 18 giugno 2009.

Arrestato il 54enne paternese Carmelo Licari, in esecuzione di un ordine per l’espiazione di pena detentiva ai domiciliari emesso dal Tribunale di Catania, relativo ad una condanna a 2 anni e 4 mesi di reclusione per coltivazione illecita di sostanza stupefacente e furto aggravato di energia elettrica, reati commessi a Ragalna l’11 ottobre 2017.

Denunciato un 39enne pregiudicato di Santa Maria di Licodia, per detenzione illegale di munizionamento. I militari, nel perquisire l’abitazione dell’uomo, precisamente all’interno dello scantinato, hanno rinvenuto e sequestrato: 57 cartucce per pistola calibro 38 special, 1 cartuccia a palla per fucile calibro 16,  7 cartucce per pistola calibro 44 e  10 cartucce per pistola calibro 22.

Denunciato un 37enne pregiudicato di Belpasso, per detenzione finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti. I militari nel corso di una perquisizione domiciliare, eseguita nell’abitazione dell’uomo, hanno rinvenuto e sequestrato diversi grammi di cocaina nonché un  bilancino elettronico di precisione.

Nello stesso  contesto operativo, le pattuglie impegnate nei posti di controllo, hanno proceduto al sequestro di diversi veicoli, elevando sanzioni per infrazioni al codice della strada per complessivi 2.000 euro.

 

Hashtags #Adrano #Belpasso #Biancavilla #carabinieri #compagnia #operazione anticrimine #Paternò #Santa Maria di Licodia #Ultime notizie