Le fasi del recupero dela cadavere di Salvatore Mammana all'interno del canalone di Ponte Barca
Le fasi del recupero dela cadavere di Salvatore Mammana all’interno del canalone di Ponte Barca

La tragedia nel pomeriggio. La vittima era proprietaria di un’azienda agrumicola

Un uomo di 65 anni, Salvatore Mammana, ha perso la vita nel pomeriggio a Ponte Barca di Paternò, per una caduta all’interno di un canale del Consorzio di Bonifica di Catania, nei pressi del magazzino dell’azienda agrumicola di sua proprietà, a ridosso della Strada Provinciale 24, strada che da Paternò conduce a Sferro. A rinvenire il corpo senza vita di Mammana è stato il figlio intorno alle 19.
A recuperare il cadavere sono stati i sommozzatori del gruppo Speleo Alpino Fluviale dei Vigili del Fuoco di Catania. Sul posto anche i Carabinieri della Compagnia di Paternò.

Le fasi del recupero del corpo senza vita dell'imprenditore Salvatore Mammana
Le fasi del recupero del corpo senza vita dell’imprenditore Salvatore Mammana

La dinamica non è ancora chiara. Con ogni probabilità si è trattato di un incidente. Il 65enne, che aveva gravi problemi di vista, sarebbe caduto all’interno del canalone dove vi era almeno un metro d’acqua. Dopo il recupero, il corpo di Mammana è stato trasportato nella sala mortuaria dell’Ospedale “Garibaldi”  di Catania dove il medico legale Giuseppe Ragazzi ha eseguito una prima ispezione cadaverica. Domani un esame più approfondito chiarirà le cause del decesso.

 

Hashtags #incidente #Ponte Barca