Da fine febbraio gli studenti paternesi avranno la possibilità di visitare le bellezze naturali e artistiche della loro città insieme agli accompagnatori della Pro Loco

Al via a Paternò un progetto dell’amministrazione comunale rivolto alle scuole che mira a far conoscere agli studenti il patrimonio storico e naturalistico della città. Gli alunni delle scuole paternesi, a fronte di un contributo di 4 euro, avranno la possibilità di visitare, insieme agli accompagnatori della Pro Loco, i luoghi di maggiore interesse della città. Un vero e proprio itinerario turistico pensato proprio per i più giovani, che comprende la collina storica, con il Castello Normanno e il  museo  multimediale “Terra di Acqua e Fuoco”, le Salinelle, di recente proclamate Geosito di importanza mondiale, nonché il vicino Museo della Civiltà Contadina. Il tour si conclude con la visita della Casa Museo del Cantastorie, allestita all’interno del Piccolo Teatro di Paternò. Il progetto, attualmente in fase di promozione presso le scuole della città, partirà da fine febbraio.
Intanto Paternò ed il suo patrimonio continuano a essere al centro dell’interesse dei visitatori. Ogni domenica di febbraio la Collina e le Salinelle sono state, e saranno, meta di gruppi.

“Paternò è già una meta turistica – sottolinea il sindaco di Paternò, Mauro Mangano – e con il progetto per le scuole vogliamo continuare ad alimentare questo trend positivo. Grazie al lavoro che abbiamo svolto in questi anni, per valorizzare le attrattive della città, promuovendole anche all’esterno, siamo stati più volte contattati da gruppi che desiderano visitare Paternò. Si tratta di un indotto turistico ancora limitato a visite brevi, ma che già contribuisce ad vivacizzare l’economia cittadina.”

“Comincia a prendere forma il nostro progetto di promozione della città – aggiunge l’assessore al Turismo e Pubblica istruzione, Valentina Campisano –. Abbiamo deciso di iniziare dai nostri studenti, proponendo visite guidate nei luoghi di interesse storico, artistico, culturale e naturalistico, per consentire loro di scoprire l’immenso patrimonio di cui Paternò dispone, imparando a conoscerne il valore e a rispettarlo come bene prezioso. Stiamo inoltre lavorando per accogliere scolaresche provenienti da altri luoghi, che potranno godere anche di alcuni servizi messi a disposizione dalla Pro Loco. È un passo importante verso il riconoscimento del valore della nostra città e  il concreto sviluppo delle sue potenzialità turistiche ed attrattive conclude l’assessore.”

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Hashtags #beni culturali #Paternò