Inizia a definirsi la corsa alle prossime elezioni amministrative anche se ufficialmente i candidati restano Mangano, Distefano, Lombardo

Sul fronte candidature in vista delle prossime amministrative, a Paternò, la situazione permane pressoché immutata, anche se qualche segnale per gli indecisi sembra apparire. Tra i possibili candidati a sindaco, l’ex assessore ed ex consigliere comunale, Nino Naso, non si è ancora espresso sulla sua disponibilità, però per giorno 12 marzo ha indetto un’assemblea pubblica, probabilmente l’incontro potrebbe servire ad annunciare la sua scesa in campo per il governo della città. L’incontro è fissato per le 10, nei locali dell’ex Palazzo Municipale di Piazza della Regione. Tutta la città è invitata, perché come spiega nel comunicato Naso: «Ogni decisione pubblica l’ho sempre assunta guardando negli occhi i miei concittadini». Malgrado la frase lasci pochi dubbi sui suoi propositi, sembra sia necessario aspettare il 12 marzo prima di avere assoluta certezza circa la sua candidatura.

Ci ripensa invece il consigliere Alfio Virgolini, che rinuncia a candidarsi a sindaco, ma presenta la sua lista civica al Consiglio comunale, “Nuovi orizzonti”. Quindi l’impegno politico permane, ma la scelta della sindacatura decade per motivi di mancanza di compattezza nel centrodestra, lo schieramento politico dove egli si rispecchia. «Il centrodestra paternese non è riuscito a convogliare le forze su una candidatura unitaria – dice Virgolini sulla rinuncia alla sindacatura –. Una grande candidatura questo  occorreva secondo la mia visione, anziché investire su una parte bisognava guardare alla totalità di area centrodestra. Che questa candidatura potesse essere la mia o quella di qualcun altro l’importante era preservare la compattezza, mancando questo non ho più ritenuto opportuno dare la mia disponibilità per la candidatura a sindaco».
Una prospettiva quella dell’unità che sembra importante anche a livello nazionale, dove partiti come il Ncd a Area Popolare sembra stiano cambiando fisionomia.

Sull’appoggio al candidato sindaco, per quanto riguarda la lista “Nuovi orizzonti” con a capo Virgolini, ancora è tutto da decidere, sarà una decisione meditata, ma soprattutto «democratica» come spiega lui stesso: «Noi andremo con il candidato che stabilisce la maggioranza dei candidati che ho in lista. Agisco supportato dai candidati nella mia lista. In maniera democratica si vedrà qual è il desiderio della maggioranza».
Dei candidati ufficiali alla guida della città fino a questo momento, ricordiamo: l’attuale sindaco Mauro Mangano, il giornalista Anthony Distefano e l’ex deputato nazionale e regionale Nino Lombardo. Ancora si attende la decisione sul nome del candidato sindaco del Movimento Cinque Stelle, anche se è probabile che si tratti dell’ingegnere Salvo La Delfa. Un altro probabile candidato a primo cittadino, ma ancora non scioglie la riserva, è Giuseppe Oliveri, il docente e avvocato che si ispira all’azione di Giorgio La Pira, infatti ha annunciato, a Yvii24, il suo impegno, assieme ad altri, nella costituzione a Paternò, del Movimento Lapiriano.

Print Friendly, PDF & Email
Hashtags #2017 #Alfio Virgolini #amministrative #comunali #Consiglio Comunale #elezioni #in evidenza #Paternò #sindacatura #sindaco