I fatti in un fondo agricolo di Contrada Ardizzone. L’acqua avrebbe attutito la caduta

Un paternese di 61 anni – F.C. le iniziali – è rimasto gravemente ferito ieri, giovedì 17 marzo, dopo una rovinosa caduta all’interno di un pozzo romano ubicato in un fondo di sua proprietà in viale dei Platani (Contrada Ardizzone) a Paternò. A lanciare l’allarme, intorno alle 15, sono stati i parenti che non lo hanno visto rincasare al consueto orario. Giunti sul posto, i familiari hanno sentito già a distanza le urla con cui il congiunto invocava aiuto, ritrovandolo poi sul fondo del pozzo, a diversi metri, semisommerso dall’acqua che avrebbe provvidenzialmente attutito la caduta. Immediata la richiesta di soccorso ai Vigili del Fuoco e alle Forze dell’Ordine. Sul posto i pompieri del distaccamento di Paternò, il nucleo sommozzatori del SAF dei Vigili del Fuoco, i Carabinieri della Compagnia di Paternò, la Polizia Municipale.

Gli uomini del gruppo Speleo Alpino Fluviale lo hanno estratto dopo circa un’ora, consentendo al 118 di prestare le prime cure e di stabilizzarlo. In seguito l’Elisoccorso ha condotto il ferito all’Ospedale Cannizzaro di Catania. Il referto medico parla di diverse fratture, emorragia interna, trauma alla testa. L’uomo è in prognosi riservata.
La dinamica di quanto accaduto non è stata ancora accertata con esattezza. L’anziano stava effettuando dei lavori di manutenzione all’interno del pozzo quando, per cause non ancora chiare, è caduto da diversi metri d’altezza.

Hashtags #cronaca #Paternò #pozzo #Vigili del Fuoco