Lo dichiara il sindaco Nino Naso che porterà in Consiglio comunale un nuovo contratto di servizio

«Abbiamo incontrato i vertici aziendali di AMA con i sindacati perchè la forza lavoro attualmente a disposizione di AMA è ritenuta insufficiente a fronteggiare la mole di impegni dell’Azienda Idrica paternese. Per tale motivo ho assunto personalmente l’impegno di riportare in Consiglio comunale un nuovo contratto di servizio che preveda l’assunzione di circa dieci nuove unità. Una soluzione, quella del passaggio dal Consiglio Comunale, ritenuta di fondamentale importanza, in modo tale da bandire e nel minor tempo possibile i contratti pubblici. Si parla di dieci nuove unità tra personale amministrativo e tecnici-operai».

Lo ha dichiarato il sindaco di Paternò Nino Naso al termine di un incontro di vertice con il presidente dell’Ama Andrea Lo Faro, il vicepresidente Orazio Terranova, l’ing. Francesco Freni, l’arch. Sebastiano Benfatto e la parte sindacale rappresentata da Giuseppe Coco per Femca Cisl, Carmelo Giuffrida per UGL, Alfio Avellino per Uil, Gerry Magno per la Cgil e Franco Corsaro, Salvatore Ciancitto e Salvatore Russo per l’Rsu.

Print Friendly, PDF & Email
Hashtags #acquedotto #ama #Paternò #Ultime notizie