Nota del candidato sindaco che sottolinea un’assenza di programmazione da parte dell’attuale amministrazione comunale

«Le fatture Enel non pagate hanno prodotto un debito fuori bilancio da 700 mila euro». Lo dichiara in una nota il candidato sindaco alle amministrative di Paternò, dell’11 giugno, Anthony Distefano, che rileva il mancato pagamento, da parte del Comune, di bollette per centinaia di migliaia di euro. Di seguito la nota integrale di Distefano.

Il mancato pagamento delle fatture relative all’energia elettrica e del gas, nel periodo che va dal mese di marzo a quello di dicembre dello scorso anno, ha prodotto un debito fuori bilancio che sfiora i 700 mila euro. Pagamento del quale si ritroverà a far fronte la prossima amministrazione comunale: un regalo di pessimo gusto alla città.
Una volta ancora, assistiamo ad un’assenza di programmazione che sfocia nell’improvvisazione: un fatto inaccettabile del quale, peraltro, la stessa amministrazione comunale si è guardata bene dall’informare la città. Ma ovviamente, visti i precedenti, non ce ne meravigliamo affatto. Allo stesso tempo, non possiamo non far rilevare come del Bilancio Consuntivo 2016 e men che meno del Preventivo 2017 non vi sia ombra. Insomma, tutto fatto rimbalzare a chi verrà dopo. Ponzio Pilato a confronto era un dilettante.
Anthony Distefano

Hashtags #700 mila euro #amministrative #amministrazione comunale #anthony distefano #comunali #comune #debito #elezioni #ENEL #fatture #in evidenza #non pagate #Paternò #sindaco