All’interno della rete progettuale, anche i comuni di Ragalna e Santa Maria di Licodia

Si è svolta ieri mattina all’interno dei locali dell’assessorato della pubblica istruzione e all’urbanistica del Comune di Paternò, una conferenza attraverso la quale è stata annunciata la positiva valutazione da parte della Commissione Europea del progetto “Life”, per quasi 3 milioni di euro. Il progetto che mira a tutelare ed a riqualificare la tutela del patrimonio ambientale, presentato grazie alla caparbia del “Patto di fiume Simeto” che conta oggi al suo interno diverse associazioni ed amministrazioni che ruotano attorno al fiume. I benefici del finanziamento ricadranno sui comuni di Paternò, Ragalna e Santa Maria di Licodia.

«Per la prima volta verrà finanziato questo progetto di 2 milioni e 900 mila euro. Entriamo a far parte dell’Europa e saremo attenzionati. Per l’Italia, per il sud, c’è solo Paternò e questa è la dimostrazione di quanto sia importante questo finanziamento» ha detto il sindaco di Paternò Nino Naso. Grande soddisfazione anche da parte del primo cittadino di Santa Maria di Licodia Salvatore Mastroianni. «L’aspetto più importante del progetto “Life” è quello culturale, perchè finalmente questo progetto ha consentito ai comuni di lavorare insieme per le nostre comunità, perchè ritengo che se non c’è sinergia tra i comuni e i territori, purtroppo non andremo da nessuna parte».

Hashtags #comunità europea #Paternò #progetto life #Ragalna #Santa Maria di Licodia