Varie manifestazioni lunedì 23 maggio a Paternò per ricordare la strage di Capaci. Ospite dell’intera giornata Salvatore Borsellino, fratello del giudice Paolo

Il 23 maggio 1992, nei pressi dello svincolo autostradale di Capaci vicino Palermo, si consumava l’ennesima efferata strage per mano di Cosa Nostra: a perdere la vita il giudice Giovanni Falcone e con lui la moglie Francesca Morvillo ed i tre agenti della scorta Rocco Dicillo, Vito Schifani e Antonio Montinaro. Oggi, a ventiquattro anni di distanza da quella strage, l’intera nazione non può che celebrare il sacrificio di chi ha lavorato per la costruzione di un futuro di legalità. In occasione dell’anniversario, Paternò dedica la giornata di lunedì 23 maggio al ricordo della figura e dell’operato del magistrato palermitano.

 

Si tratta di un’iniziativa organizzata dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Paternò in collaborazione con gli istituti scolastici paternesi e con diverse associazioni operanti sul territorio.
A partire dalle ore 10:00 un corteo a cui prenderanno parte istituzioni, studenti, associazioni e cittadini muoverà da piazza Caduti di Nassirya: un cammino per la legalità che attraverserà le vie del centro storico paternese e che si concluderà sulla collina storica, dove si svolgerà la commemorazione. Presenza speciale sarà quella di Salvatore Borsellino, fratello del magistrato Paolo Borsellino, da anni attivo in prima linea nel contrasto alla criminalità organizzata con il “movimento delle Agende Rosse”.

Nel pomeriggio, le manifestazioni si sposteranno nel quartiere Sant’Antonio – Falconieri, in particolare in piazza Vittorio Veneto, dove a partire dalle ore 17:00 si terrà un momento di festa e riflessione con Salvatore Borsellino, organizzato dal Comitato Civico “Paternò c’è”, che invita la cittadinanza a scendere in piazza per raccontare, attraverso uno striscione, un canto, una rappresentazione o una semplice testimonianza, il proprio ricordo di quel 23 maggio del 1992.
In piazza Vittorio Veneto verrà piantato un albero come segno di rinascita e simbolo dell’impegno civico della città. Spazio anche a momenti musicali.
Alle 18:30, infine, al Piccolo Teatro di via Monastero si terrà una conferenza, sempre con Salvatore Borsellino, a cura dell’associazione “Icaro”, durante la quale si dialogherà con l’attivista per raccontare l’impegno sociale quotidiano.

Hashtags #23 maggio #Giornata della Legalità #Giovanni Falcone #in cammino per la legalità #in evidenza #manifestazioni #Paternò #Salvatore Borsellino #strage di capaci