Gli ex operatori del call center:  «Netith si espande, perché non ci chiama?»

Nuovamente sotto i riflettori gli ex lavoratori Qé, il fallito call center paternese, la cui forza lavoro è stata in parte assorbita da una nuova società, la Netith, messa in piedi dal gruppo imprenditoriale Di Bella.
Gli operatori che non sono rientrati nel piano di assunzioni, chiedono adesso di poter anche loro tornare a lavorare, soprattutto in considerazione del fatto che la nuova società avrebbe manifestato l’intenzione di ampliarsi.

Yvii24 ha incontrato i lavoratori (video in apertura) che hanno chiesto a impresa, sindacati e sindaco Naso di favorire il loro reinserimento lavorativo, anche in considerazione dell’ampliamento. Il primo cittadino, intervistato da Yvii24 (video sotto) , si è detto pronto a favorire un incontro fra le parti.

 

 

Hashtags #in evidenza #Paternò #qè