Clicca per ingrandire

L’ambiente al centro della settimana del Verde, tra le iniziative il concorso indetto dalle “Mamme in comune”

Hanno registrato un’ampia partecipazione e un consenso notevole da parte dei cittadini le ben 60 iniziative inserite nel cartellone del “Green week” organizzate da 44 associazioni paternesi e tutte le scuole cittadine. Archiviata l’intensa settimana orientata sul verde con la notizia, attesa pare da un ventennio, dell’arrivo di fondi, circa 3 milioni di euro da parte dell’Unione europea per un progetto denominato “Life”. Si tratta di un finanziamento in tema ambientale.
Paternò è il comune capofila, in partenrship con l’Università degli studi di Catania, i comuni di Santa Maria di Licodia, Ragalna e il Patto di Fiume, un progetto sugli adattamenti climatici, dall’esplicativo titolo “Simeto res, adattamento urbano e apprendimento di comunità per una valle del Simeto resiliente”. Saranno i contratti di quartiere ad usufruire degli investimenti per la zona paternese di Scala Vecchia, per quel che concerne l’ambito infrastrutturale, mentre per la formazione di una coscienza ambientale differente si parla di “disseminazione delle conoscenze” ossia incontri sul tema dei cambiamenti climatici.

Soddisfatto si è detto il sindaco Nino Naso per l’arrivo di questo finanziamento europeo: «È un sogno che si realizza. Non poteva esserci chiusura migliore per il “Green week”. Voglio ringraziare le associazioni, gli uffici comunali. Paternò riparte da qui». La speranza, adesso dopo tanti anni di attesa, è che non sia una falsa partenza sull’onda dell’entusiasmo, scaturito dal successo delle iniziative che hanno visto Paternò impegnata sul fronte naturalistico, ambito che, in ogni caso, sembra rimanere in uno stadio incipiente, dove ancora il mero concetto di ambiente deve essere assimilato con maggiore consapevolezza.
Le associazioni sono state sempre estremamente importanti per veicolare concetti come quelli del rispetto ambientale, ecologico, sono loro ad insistere nella promozione di una maggiore coscienza del bene pubblico, come fanno le “Mamme in comune” che hanno organizzato, assieme alla Dusty, nell’occasione della settimana dedicata al Verde, un concorso artistico con finalità di riuso del rifiuto: gli scarti che diventano arte, invogliando gli allievi, destinatari del concorso, a creare con fantasia una seconda vita del rifiuto, confermando una semantica etica di altissimo valore.

«Hanno vinto per Scarti in Arte – ha spiegato a Yvii 24, la presidente delle “Mamme in comune” Nerina Palazzolo – per le scuole di primo grado II Circolo didattico, per le scuole medie, la “Virgilio”. I progetti “Il mondo dei giocattoli e  “Sogni di carte”, sono stati votati dai membri dell’amministrazione, in più hanno votato i membri della Dusty. Abbiamo preparato un riconoscimento per Rossella Pezzino, titolare della Dusty, perché in questi anni l’azienda ha sempre collaborato e ha avuto tanta fiducia in noi “Mamme in comune”, in quest’ultima iniziativa ha fornito i premi per gli allievi vincitori. Il riconoscimento è per la dottoressa Pezzino, per il suo operato – ha continuato Palazzolo – per il suo essere una donna coraggiosa, un’imprenditrice determinata e onesta in un mondo maschilista non sempre facile, dove la legalità tante volte viene raggirata».
Prologo delle attività al Parco del Sole, dove cinque associazioni sono state impegnate in varie attività, tra le tante una mostra fotografica di Franco Uccellatore e Antonino Carobene.

Hashtags #Ambiente #green week #in evidenza #life #mamme in comune #Paternò