L’evento europeo incentrato sul verde vede mobilitata la città di Paternò in una vasta serie di iniziative

Si svolgerà dal 21 al 26 maggio il progetto europeo incentrato sul verde urbano. Si chiama “Green week” e come città siciliane vedrà coinvolte Paternò e Catania. A Paternò sono quarantaquattro le associazioni di volontariato coinvolte e, tutte le scuole di ogni ordine e grado con iniziative coordinate o autonome parteciperanno all’evento. Una conferenza stampa, svoltosi nei locali di Palazzo Alessi a Paternò, ha presentato il fitto programma degli eventi del “Green week”. All’incontro erano presenti tra gli altri: il sindaco Nino Naso, il vicesindaco Ezio Mannino; gli assessori Nancy Leotta e Angelo Calenduccia; il presidente dell’assise civica cittadina Filippo Sambataro; il dirigente dell’ufficio comunale Cultura, Salvo Girianni e la coordinatrice dell’evento, Anna Maria Caruso.

Il primo cittadino Naso, nel mostrare soddisfazione per quest’iniziativa, ha evidenziato il lavoro svolto dalle associazioni: «Per una settimana saremo visti da tutta Europa. È un momento importante per la città, questo mi riempie di orgoglio. Tutto questo però si è reso possibile grazie alla collaborazione delle associazioni e delle scuole. È bene che sappiate che quest’amministrazione non si disturba mai quando arrivano proposte da parte delle associazioni».

Progetti come questo rappresentano una presa di coscienza rispetto alle tematiche ambientali. Nell’ottica di un’ecologia sostenibile, di una serie di azioni da mettere in campo per una città più pulita e una qualità della vita migliore, lunedì saranno avviate diverse attività volte alla pulizia della città da parte di varie associazioni e, poi via via il calendario copioso di iniziative, imperniato sul rispetto dell’ambiente, troverà svolgimento con letture, mostre rappresentazioni sul tema. Interessante il progetto curato dalle scuole superiori: un prototipo di orto urbano, realizzabile in abitazioni civili o spazi comuni, insomma dei canali per il verde, carente di fatto in questa città che conferirebbe, tra un condominio e l’altro, il colore di una speranza rinvigorita verso il futuro.

Le iniziative sono tante ed interessanti al punto che l’Unione Europea ha selezionato Paternò tra gli eventi europei da promuovere. Un riconoscimento non da poco che tuttavia va a cozzare con una situazione di pulizia abbastanza opinabile, con le periferie sporche e alcuni sacchetti d’immondizia abbandonati sui marciapiedi, su tutto aleggia la questione sospesa e dilazionata della gara d’appalto per l’affidamento del servizio di raccolta rifiuti, scaduta da tempo, Yvii 24 ha sentito l’assessore Mannino che ha replicato su questi punti:

«La gara viene espletata dalle SRR (Società per la regolamentazione e gestione del servizio rifiuti ndr) e non dal comune di Paternò. Sono state riscontrate delle lentezze e si stanno facendo dei controlli, per questo stiamo aspettando, ma non dipende dal Comune. È chiaro che non possiamo procedere oltre con la proroga del servizio e abbiamo pensato all’eventualità di una gara ponte. Quindi stiamo agendo su due fronti: facendo pressioni affinché la gara venga espletata nel più breve tempo possibile e nello stesso tempo adoperandoci a procedere per una gara ponte.

Per quanto riguarda lo stato delle periferie stiamo provvedendo con una rimodulazione della frequenza dello spazzamento nelle periferie, in modo da intensificarlo. Inoltre vorrei ricordare – ha precisato in conclusione l’assessore Mannino –  che il controllo sulla raccolta differenziata è sempre attivo e in un mese di attività intensa siamo arrivati al 36,9 per cento di differenziata. Sono dati significativi, magari c’è, ancora, qualcuno che resiste nel perpetuare azioni sbagliate, ma molti sono stati sanzionati».

Hashtags #green week #in evidenza #Paternò #rifiuti