Salvo La Delfa: «Si tratta di strutture fruite quotidianamente dai cittadini»

Immobili pubblici e infrastrutture paternesi ai raggi x. L’iniziativa è del Movimento 5 Stelle che ha tenuto nei giorni scorsi un tavolo aperto a tecnici, politici e cittadini. L’esito dello studio sulle opere prese in esame verrà sottoposto all’amministrazione comunale.
Dichiara la consigliera comunale Claudia Flammia: «Abbiamo avuto modo di affrontare diverse questioni irrisolte, inverosimili e quasi al limite dello sconforto, ma invece di strumentalizzare tali problematiche al fine di provare ad aumentare il “consenso elettorale” giocando sulla sicurezza e la salute dei nostri concittadini, si è deciso di fare questo primo passo per tentare di fornire, attraverso la collaborazione di comitati, cittadini, professionisti e forze politiche trasversali, uno strumento di studio e confronto a tutta la cittadinanza».

Aggiunge l’ex candidato sindaco pentastellato, Salvo La Delfa: «Centro Operativo Misto (COM), ex collegio di San Gaetano, viadotti di Corso Italia e bretella ASI sono solo alcuni degli immobili e infrastrutture presenti sul nostro territorio comunale ad avere bisogno di particolari attenzioni. Purtroppo la lista è davvero lunga e non possiamo permetterci il lusso di ignorare l’importanza di una maggiore sicurezza per il cittadino. Dall’entusiasmo e dall’interesse mostrati dai partecipanti, sono sicuro che l’incontro appena conclusosi è solo il punto di partenza, infatti siamo già al lavoro con i diversi soggetti coinvolti per stilare dei punti programmatici, ormai diventati di estrema urgenza, da sottoporre all’amministrazione comunale. Ci auguriamo adesso che il Sindaco, forte dell’amore che prova verso la Città che amministra, darà seguito alle istanze provenienti dalla società civile e si adopererà per sciogliere definitivamente dei nodi di fondamentale importanza inerenti la pianificazione e gestione del territorio».

Hashtags #comune #immobili #in evidenza #infrastrutture #m5s #movimento 5 stelle #Paternò #pubblici #salvo la delfa