Al taglio del nastro anche l’Assessore regionale Anthony Barbagallo: «Non abbiamo dimenticato le Salinelle come destinazione naturalistica

Il punto Iat (informazione e accoglienza turistica) di Paternò è una realtà. Ieri sera nella sede di piazza Umberto, dove sarà pienamente funzionante da martedì, all’inaugurazione in molti hanno voluto assistere alla concretizzazione di un progetto, la cui idea embrionale si è manifestata alcuni anni fa, proprio a Palazzo Alessi, come lo stesso sindaco Mauro Mangano ricorda: «Bisogna crederci! Quando abbiamo convocato gli operatori del turismo, tre anni e mezzo fa, sembrava che parlassimo di qualcosa di troppo lontano, adesso invece coglieremo i vantaggi di avere un punto fisico, come funzione fondamentale nel dare informazione turistica, a chi magari da tempo vuole visitare la città, contribuendo non poco ad indirizzare opportunamente in un percorso che non tralasci nulla delle caratteristiche storiche, architettoniche e naturalistiche del suo territorio». 

La Pro Loco e l’Ente comunale mirano infatti ad offrire ai potenziali visitatori un’immagine quanto più esaustiva possibile della città, con l’istituzione della rete museale ciò diviene più semplice. Nell’itinerario, in ogni caso, non va dimenticata la visita e la conoscenza delle Salinelle, come sottolinea l’assessore alla Cultura, Valentina Campisano, che alla presenza dell’assessore regionale al Turismo Anthony Barbagallo, rammenta l’impegno preso rispetto alle Salinelle circa l’inserimento del geosito in un elenco di beni naturalisti siciliani.
L’assessore Campisano dopo aver ringraziato tutti coloro che hanno reso possibile la realizzazione del punto d’informazione, si rivolge agli ospiti d’onore della serata: l’assessore Barbagallo e il presidente dell’Unpli (Unione nazionale Pro loco d’Italia) Nino La Spina, e dopo averli ringraziati, chiede con forza un maggior sostegno affinché la città possa conquistarsi una vetrina nel panorama turistico siciliano e nazionale. «Noi pretendiamo che voi prendiate impegni straordinari con noi. Non permetteremo che Paternò rimanga fuori da questi circuiti».

Tanti i ringraziamenti destinati alla presidente della Pro Loco cittadina, Salvina Sambataro, e lei a sua volta ha ringraziato i ragazzi del liceo “De Sanctis”, presenti all’inaugurazione, parte attiva con l’associazione nel dare informazioni nel punto tutti i giorni nel pomeriggio, mentre al mattino sarà il personale del Comune che fornirà assistenza turistica.
Intervenendo, il presidente nazionale dell’Unpli, La Spina, ha espresso soddisfazione per il raggiungimento di quest’obiettivo: «Inaugurare questi locali è una grande soddisfazione, non solo come punto per della Pro Loco, ma per Paternò che sta costruendo un’organizzazione turistica efficiente e che diviene appetibile per chi viene da fuori. Anche l’amministrazione si è mostrata determinata in questo senso e la collaborazione con la Pro Loco sta dando i suoi frutti».

Si è detto felice di vedere tanti giovani per questo progetto l’Assessore regionale al Turismo Anthony Barbagallo. «Sono felice perché trovo una comunità ricca di giovani – ha affermato il componente della giunta regionale di governo – . A loro affideremo la nostra terra, quello che stiamo costruendo oggi. Attorno al turismo, questa terra può fare davvero tanto. Se c’è il comune denominatore tra governo regionale, amministrazione locale e pro loco è chiaro che tutti spingiamo da una parte e i risultati si vedono». A conclusione l’assessore Barbagallo dopo aver elogiato l’associazione culturale, risponde al sollecito sulle Salinelle: «Qui c’è una delle migliori Pro Loco, che si adopera per il turismo in questa città dove c’è tanto da visitare, non abbiamo dimenticato le Salinelle come destinazione naturalistica».

Print Friendly, PDF & Email
Hashtags #Anthony Barbagallo #iat #in evidenza #inaugurazione #informazione accoglienza turistica #Mauro Mangano #Paternò #piazza umberto #pro loco #salvina sambataro #turismo #valentina campisano