Foto di Stefan Schranz da Pixabay

Il progetto mira a promuovere e favorire la piena inclusione sociale delle persone con disabilità

L’Amministrazione comunale di Paternò presieduta dal sindaco Nino Naso, ha aderito alle finalità del progetto “A Scuola di inclusione: giocando si impara”, proposto dall’Uildm (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare) e finanziato dal Ministero del Lavoro e delle politiche sociali, avviso 1-2018 ai sensi dell’art. 72 del D.Lgs. 117/2017 annualità 2018.

Il progetto, nell’ottica di promuovere e favorire la piena inclusione sociale delle persone con disabilità, prevede le seguenti azioni: 1) Interventi nelle scuole miranti ad educare per abbattere le barriere psicologiche; 2) Riqualificazione in ottica inclusiva di parchi gioco e/o aree verdi pubbliche; 3) Evento pubblico di sensibilizzazione; 4) Ridurre le ineguaglianze; 5) Fornire una educazione di qualità nella scuola; 6) Rendere la città e gli insegnamenti inclusivi e sostenibili. Il progetto vuol assicurare alle persone con disabilità una inclusione piena e sostenibile, partecipazione ad attività ludiche e sportive incluse le attività previste dal sistema scolastico. Il progetto avrà la durata di 18 mesi.

Print Friendly, PDF & Email
Hashtags #disabili #Paternò #uildm #Ultime notizie