Da sinistra: il maestro ceramista Barbaro Messina; Pippo Virgillito e il premio ricevuto per l’impegno culturale; il presidente di SiciliAntica Paternò, Mimmo Chisari; il giornalista Salvo Fallica

Archiviato con successo il prestigioso riconoscimento che celebra la solidarietà in tutte le sue forme. A Pippo Virgillito premio speciale per l’impegno culturale

Nella splendida cornice della chiesa di Santa Barbara, di Paternò, sabato mattina si è celebrata la IX edizione del “Premio Idria”. Un premio pensato per dare il giusto risalto alle opere sociali, al concetto di prossimo e alla spontaneità del rendersi disponibili agli altri ciò che fanno “gli eroi del quotidiano”, insomma all’impegno civile e militare. “Quello che facciamo per noi muore con noi. Quello che facciamo per gli altri e per il mondo rimane ed è immortale” di Albert Pine, infatti, compendia la missione stessa del premio che di anno in anno cresce e accumula successi, sotto la guida attenta della presidente della Pro Loco paternese, Salvina Sambataro.
Quest’ultima edizione è stata condotta e coordinata dal giornalista Salvo Fallica, con l’ausilio, nella lettura delle motivazioni, di Federica Parisi. Un alternarsi di momenti pieni di significato ed emotivamente rilevanti, come con la presenza degli “Angeli di Rigopiano” o dei soccorritori del terremoto nel centro Italia, è stata questa manifestazione.

Il Premio è articolato in maniera molto dinamica: il momento della sfilata cittadina, i saluti istituzionali e poi la cerimonia di consegna, ma anche la sosta dinanzi al monumento ai caduti. A rendere tutto molto armonioso e partecipato hanno contribuito le note musicali della banda diretta dal Sergente Maggiore dell’Aeronautica Militare, il Maestro Giovanni Mirulla.
Sono intervenuti delle autorità civili: il sindaco Nino Naso, il senatore Salvo Torrisi, il deputato regionale Gaetano Galvagno; delle autorità militari: il Contrammiraglio Nicola de Felice, comandante del presidio interforze per la regione Sicilia, il Generale di brigata, Antonio Nicola Quintavalle Cecere, Comandante provinciale Guardia di Finanza, il Tenente Colonnello dell’Aeronautica Militare, Luigi Di Paola, in rappresentanza del Comandante del 41° stormo antisom e aeroporto di Sigonella, Colonnello Pilota Francesco Frare, il Tenente Colonnello, Giordano Martini Santo, comando militare Esercito Sicilia, il Capitano di Corvetta, Antonio Blanco, in rappresentanza del Contrammiraglio, Gaetano Martinez (Capitaneria di Porto di Catania), il Capitano Angelo Accardo, Comandante della Compagnia Carabinieri di Paternò, l’Ispettore Domenico Trovato in rappresentanza del Comandante provinciale dei Vigili del Fuoco, Antonino La Spina, comandante dei vigili urbani di Paternò.

Il premio nazionale patrocinato tra gli altri dal Ministero della Difesa guarda all’opera dei militari e vigili del fuoco in interventi umanitari, ma anche un premio alla memoria e ai cittadini che si sono adoperati socialmente a diffondere cultura e tradizioni locali.
L’elenco dei premiati di questa IX edizione del premio Idria: Stato maggiore dell’esercito: C.le Magg. Ca. Sc. Giuseppe Zangara 6° Reggimento Geni Pionieri.
Stato maggiore della Marina: Capitano di Fregata Giuseppe Nicolosi – Tenente di Vascello (SAN) RS spe Giovanni Arba; 1° Maresciallo Michele Scandamarro; 1° Maresciallo Nicolò Di Cristofalo; Comune di 2^ Classe Graziana Kandy Nici; Luogotenente Vinicio Bianchi; 1° M.llo Marco Turco; 1° M.llo Andrea Galasso; Capo 1 Cl. Antonio Brunello ; 2° Cl. Pietro Cordaro; 2° Capo Simone Datteri; 2° Capo Massimo Bay; 2° Capo Mirco Marchi; 2° Capo Massimiliano Donati; Sc. 1^ Cl. Christian Germi, Serg. Davide Franceschini; Serg. Adriano Piscitello; Sc. 2^ Cl. Andrea Pellegrino; Capo di 1^ Classe Tommaso Monno. Stato maggiore dell’Aereonautica –Maresciallo 1^ Classe Antonio Quattrocchi 37° Stormo Trapani.

 

Comando generale dell’Arma dei Carabinieri – Mar. Capo Gianluca Chelli; V. Brig. Giuseppe Meco; Mar. Capo Vincenzo Albanesi; Mar. Ord. Massimo Fabiani; Brig. Sandro Di Nino; App. Sc. Romolo DE Matteis – App. Sc. Mario Mignini; App. Sc. Fabrizio Traini – App. Sc. Cristian Saputelli; Vice Brig. Piergiuseppe Monteforte; Appuntato Scelto Daniele Bruni; Appuntato Scelto Luca Ruparelli- Carabinere Rosario Cali.
Comando generale della Guardia di Finanza – Stazione S.A.G.F. di Roccaraso: Maresciallo Aiutante Lorenzo Gagliardi; Brigadiere Marco Bini; Vice Brigadiere Mauro Desideri; appuntato scelto Ivan Licciardello; Corpo nazionale dei Vigili del Fuoco. Dipartimento dei Vigili del Fuoco, del Soccorso Pubblico e della Difesa Civile. Premio alla memoria: maresciallo Silvio Mirarchi Vice comandante della stazione dei Carabinieri di contrada Ciavola (Marsala).
Il premio speciale quest’anno, per l’impegno culturale, è andato a Pippo Virgillito, storico e scrittore che con i suoi lavori ha contribuito a far conoscere meglio il territorio paternese ed etneo.

Hashtags #ix edizione #nona edizione #Paternò #Pippo Virgillito #premio idria