In tre si presentano in un locale di via Emanuele Bellia e rubano il registratore di cassa con 300 euro

Rapina ai danni di una pizzeria di Paternò, ieri sera intorno alle 22. In tre, col volto nascosto dai passamontagna si sono presentati, pistola in pugno, nel locale che è ubicato in via Emanuele Bellia facendosi annunciare da un colpo di pistola a salve, per intimidire i proprietari e farsi consegnare l’incasso. Alla fine i malviventi hanno portato via il registratore di cassa contenente circa 300 euro in contanti. Ai pochi clienti presenti nella pizzeria, non è stato chiesto alcunché. I malviventi hanno abbandonato il locale a piedi, facendo perdere le proprie tracce per le vie circostanti via Bellia.

Sul posto i Carabinieri della Compagnia di Paternò che hanno avviato le indagini. Ascoltati i proprietari e i clienti presenti per ottenere ogni informazione utile sui rapinatori e cercare di dar loro volto e nome. Al vaglio degli inquirenti le immagini del circuito di videosorveglianza, interno ed esterno, dell’esercizio, ma anche altre possibili registrazioni di sistemi video di privati o negozi.
È già il secondo caso in cui i malviventi, per intimidire i proprietari, esplodono un colpo di pistola. Il fatto si era già verificato in una rapina, nelle scorse settimane, a Belpasso. In quel caso le immagini del servizio di videosorveglianza catturò le immgini dei malviventi contribuendo alla loro identificazione e cattura.

Hashtags #carabinieri #in evidenza #Paternò #pizzeria #provinciale carabinieri #rapina #via emanuele bellia