L’ordigno, rinvenuto nei giorni scorsi in Contrada Buffa Raisa, sarà fatto brillare in Contrada Costa San Vito – Cava Moschetto

Un residuato bellico, una bomba d’aereo di nazionalità americana del peso di 500 libbre, è stato rinvenuto nei giorni scorsi in località Contrada Buffa Raisa, in territorio di Paternò. L’ordigno, per motivi tecnici, verrà fatto brillare domani in territorio di Belpasso dopo il trasporto in contrada Costa San Vito per il brillamento presso la Cava Moschetto secondo quanto determinato nel corso di una riunione tecnica che si è svolta in Prefettura il 12 gennaio.
Il sindaco, Carlo Caputo, ha disposto per domani, sabato 21 gennaio, lo sgombero e la chiusura di un’area in contrada Costa San Vito. Il luogo in questione sarà quindi interdetto, con divieto assoluto di accesso o stazionamento di mezzi e persone, per un raggio di 500 metri e un’altezza dal suolo di 1.200 m., a partire dalle ore 7,30 e fino alle ore 15,00 e comunque sino al termine delle operazioni di brillamento dell’ordigno. Sarà inoltre vietato a chiunque accedere nelle campagne e varcare gli ingressi di proprietà private ricadenti nell’area interessata.

Nel dettaglio, è prevista l’interdizione totale di tutta la rete stradale ricadente all’interno dell’area compresa nel raggio minimo di 500 metri dal luogo di brillamento dell’ordigno, che sarà opportunamente presidiata dalle Forze dell’Ordine.
Ecco l’elenco delle strade interessate:
1) Inizio SP 57;
2) S.P. n. 57 nei pressi ingresso Masseria S. Vito;
3) Incrocio S.P. 4/II (Belpasso-S. M. di Licodia) – Strada Comunale Paternò Ragalna;
4) Incrocio S.P. 4/II – S.P. 57;
5) Incrocio S.P. 4/II prossimità curva a ferro di cavallo;
6) Incrocio Via S.M. Di Licodia – Via Che Guevara;
7) Via Cairoli in prossimità Masseria S. Vito.

Il sindaco Caputo ha attivato inoltre il Com – Centro Operativo Misto – di Protezione Civile sito in via Magrì, che fungerà da Centro di coordinamento e ospiterà i rappresentanti di ciascuno dei vari organismi istituzionali competenti in materia e chiamati a partecipare alle operazioni. Il coordinamento, per quanto di competenza del Comune di Belpasso, è affidato al Responsabile del Settore di Protezione Civile Comunale arch. Santo Caruso, che provvederà ad intraprendere ogni opportuna iniziativa.

Print Friendly, PDF & Email
Hashtags #bellico #Belpasso #brillamento #in evidenza #ordigno #Paternò #ritrovato