Immagine di repertorio che non si riferisce al podere sequestrato

La Polizia Municipale mette i sigilli ad oltre 2 mila metri quadri di terreno e denuncia un anziano paternese

La Polizia municipale di Paternò ha sequestrato martedi un terreno agricolo di oltre 2 mila metri quadrati di terreno di proprietà di un 63 enne paternese, posto lungo la strada provinciale 229/I in zona Palazzolo con all’interno diversi materiali di risulta la cui origine è riconducibile alla demolizione di opere murarie. Gli uomini della polizia hanno subito segnalato il fatto alla Procura della Repubblica di Catania, denunciando il proprietario a piede libero, oggi accusato di discarica abusiva.

Il terreno –  a cui sono stati posti i sigilli – sembrerebbe essere stato abbandonato da tempo dal proprietario e non presenta alcuna recinzione permettendo il facile accesso a chiunque. Per l’uomo, questa, non rappresenta una attenuante, in quanto dovrà procedere a proprie spese alla bonifica del terreno, anche a seguito di un’ordinanza del Sindaco che potrebbe arrivare già nei prossimi giorni. Nel caso in cui verrebbero accertate responsabilità riconducibili al proprietario, potrebbe incorrere ad una condanna da 3 mesi ad un anno ed una multa fino a 26 mila euro.

Nella stessa giornata, inoltre, gli agenti della municipale, hanno avuto un incontro negli uffici della Città Metropolitana per cercare di trovare una soluzione al problema della discarica abusiva presente sulla strada provinciale 138 in zona di contrada Ciappe Bianche, dove è stata riscontrata la presenza di materiale inquinante che ha invaso anche diversi fondi agricoli posti a coltivazione di agrumi, presenti al di là della strada.

 

Hashtags #contrada ciappe bianche #contrada palazzolo #discarica #in evidenza #Paternò #sp 138 #sp 229/I