Nel nostro comprensorio diverse piazze tra Paternò, Catania, Nicolosi e Pedara

È tutto pronto nel mondo del volontariato di Protezione Civile per l’avvio della nona edizione della campagna di comunicazione rivolta alla popolazione “Io non rischio” che si terrà in centinaia di piazze italiane il 12 e 13 ottobre  prossimi. Migliaia i volontari che in questi mesi antecedenti le giornate di informazione hanno ricevuto una formazione mirata agli aspetti comunicativi e ai contenuti da trasmettere alla popolazione. A curare questa formazione i vari Dipartimenti Regionali di Protezione Civile attraverso delle lezioni strutturate da formatori qualificati.

Tra i formatori anche Annalisa Schillaci, oggi presidente dell’Associazione Ultreya! di Pedara ed anche ex Governatore della Misericordia di Adrano. «La grande novità di quest’anno» ha spiegato la formatirce nazionale «è stato un più pregnante coinvolgimento del dipartimento regionale della protezione civile che ha curato il coordinamento dell’attività formativa. Pur avendo iniziato la formazione in ritardo a causa di una tardiva comunicazione e con qualche difficoltà legata all’elevato numero di volontari presenti, a Catania insieme ad Alfredo Distefano (Governatore Misericordia Pedara, ndr) abbiamo formato in tre fine settimana consecutivi quasi 200 volontari appartenenti a 29 associazioni catanesi».

Una campagna che apre di fatto la “Settimana della Protezione Civile” promossa dal Dipartimento di Protezione Civile, da INGV – Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, ANPAS – Associazione Nazione delle Pubbliche Assistenze, Fondazione CIMA e ReLUIS – Rete dei Laboratori Universitari di Ingegneria Sismica, ed è realizzata in collaborazione con Regioni e Comuni. Nel comprensorio Etneo i banchetti di “Io non rischio saranno presenti a piazza Indipendenza a Paternò (Apas), al Centro commerciale Porte di Catania Catania (Fraternita di Misericordia, CISOM, CRI, Gruppo Volontari Italia e C.N.G.E.I), in piazza Vittorio Emanuele a Nicolosi (G.C.V.P.C. Nicolosi), in Piazza Marconi a Trecastagni (Misericordia Trecastagni), in piazza Don Bosco a Pedara (Associazione Ultreya Pedara) e in piazza Lucia Mangano a S. Giovanni la Punta (Gruppo Comunale). A questo link tutte le piazze d’Italia.

Un ruolo importante anche quello dell’Ingv che oltre ad essere uno dei promotori è anche il partner scientifico per eccellenza dell’iniziativa, il quale ha curato i materiali comunicativi oltre che la formazione dei volontari sui principali rischi quali quelli legati al terremoto, al maremoto e ad un’eruzione vulcanica. Oltre alle classiche informazioni offerte dai volontari in piazza, in alcuni punti saranno realizzate delle iniziative collaterali come ad esempio dei percorsi di trekking urbano, alla scoperta delle tracce dei rischi che caratterizzano il territorio. Per promuovere e sostenere l’iniziativa attraverso i social sono stati lanciati gli hashtag ufficiali #iononrischio e #iononrischio2019 .

Hashtags #dipartimento regionale di protezione civile #io non rischiio #io non rischio #protezione civile #Ultime notizie