Vincenzo Ponte legge senza sosta, e apprende verità insospettate e sconvolgenti

Vincenzo Ponte è il giovane medico legale chiamato a certificare la morte del vecchio Quinto Di Miele, che ha vissuto negli ultimi due mesi, isolato, nella sua piccola casa nel bosco. “Non fu la morte naturale di un vecchio che viveva da solo, a fargli perdere il filo della giornata. Fu quello che aveva visto nella stanza dove si trovava il corpo di Quinto Di Miele. Sul tavolo, c’è un manoscritto e una biro ancora aperta”. Vincenzo Ponte prende i fogli, stacca il cellulare e si avvia verso il bosco per leggere il manoscritto dedicato a Lisa, mio unico amore, e a Vittorio e Valeria, figli di questo amore. Vincenzo Ponte legge senza sosta, e apprende verità insospettate e sconvolgenti, di incesti antichi e violenze recenti. Quando arriva alla fine, prende una decisione a sorpresa, spiato da due occhi che sanno e approvano in silenzio.

“Quasi inverno” (A&B Editrice – 104 pagine, illustrazione di Riccardo La Spina) è il quinto romanzo per lo scrittore etneo Sergio Mangiameli che a Yvii24 dichiara: «Questo vecchio sente la fine arrivare e inizia a scrivere per i suoi figli per far smettetre loro la fuga che hanno dentro».