Il tremore è stato avvertito anche dai paesi limitrofi di Licodia, Belpasso e Biancavilla

Un sisma di magnitudo 2.7 è stato registrato alle 20:21 di questa sera con epicentro localizzato a 1,3 chilometri a sud-est dal centro abitato di Ragalna. L’ipocentro è stato localizzato dagli strumenti dell’Ingv ad una profondità di 3,9 chilometri di profondità. La scossa è stata avvertita da gran parte della popolazione del comprensorio sud-occidentale etneo: Adrano, Biancavilla, Santa Maria di Licodia, Belpasso, Paternò e ovviamente Ragalna. Non si segnalano danni a cose e persone. Apprensione nella popolazione a causa della scossa, nel ricordo del sisma del 6 ottobre, che ha provocato ingenti danni nelle stesse cittadine.

IL COMUNICATO DELL’ISTITUTO NAZIONALE DI GEOFISICA E VULCANOLOGIA OSSERVATORIO ETNEO

L’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Osservatorio Etneo, comunica che le stazioni della Rete Sismica, alle ore 20:21:12 locali (18:21:12 UTC), hanno registrato un terremoto di magnitudo locale pari a 2.7 (±0.1). L’evento risulta localizzato a 1.3 km SE da Ragalna (CT). Le coordinate ipocentrali sono le seguenti:
latitudine 37.623; longitudine 14.948 (errore epicentrale 0.4 km).

Profondità 3.9 km (errore in profondità 0.3 km).
Le tre località più vicine all’epicentro sono (in ordine di distanza):
1) Ragalna (CT) (1.3 km)
2) Belpasso (CT) (4.6 km)
3) Santa Maria di Licodia (CT) (5.3 km).

Hashtags #Ragalna #terremoto #Ultime notizie