Centomila addetti in tutta Italia rivendicano aumento salariale e mantenimento dei diritti dei lavoratori

Sciopero del comparto di igiene ambientale, oggi (30 maggio) per l’intera giornata in tutta Italia. I lavoratori hanno incrociato le braccia dopo la proclamazione dell’agitazione da parte di Fp-Cgil, Fit-Cisl, UilTrasporti e Fiadel per rivendicare il rinnovo del contratto nazionale, scaduto il 31 dicembre 2013. Interessati dall’agitazione e dal contratto centomila addetti del pubblico e del privato. La raccolta dei rifiuti si è fermata anche nei centri del nostro comprensorio.

Le trattative con le controparti, ovvero per il versante pubblico Utilitalia e per quello privato Fise-Assoambiente, sono in una fase di stallo. Secondo i sindacati le parti datoriali “non offrono margini per far avanzare il confronto, mantenendo un atteggiamento di estrema chiusura”, a partire dalle richieste di aumento salariale passando per un abbassamento delle tutele, fino ad arrivare a contestare il diritto allo sciopero e a quello di assemblea. L’agitazione si inquadra nella mobilitazione più ampia per il rinnovo dei contratti pubblici, per la quale è stato coniato l’hashtag: #ContrattoSubito.

L’Amministrazione comunale di Adrano ha diramato un comunicato nel quale scrive: “Si informano i cittadini che saranno inevitabili i disservizi, l’amministrazione consiglia di tenere a casa i rifiuti il lunedì 30 per consegnarli nella giornata di martedì 31, che in via eccezionale sarà dedicata alla raccolta indifferenziata”.

Print Friendly, PDF & Email
Hashtags #agitazione #igiene ambientale #in evidenza #rifiuti #sciopero #sindacati