L’evento, in occasione del XXV anniversario di sacerdozio

Incontro emozionante, quello vissuto giovedì mattina da 5 sacerdoti etnei che hanno avuto la gioia di poter concelebrare la santa messa con papa Francesco, all’interno della chiesa di Santa Marta in Vaticano, dove sua santità dice messa ogni mattina. A prendere parte all’eucarestia, in occasione del XXV anniversario di sacerdozio, don Santino Salamone parroco di Santa Maria di Licodia, don Orazio Greco parroco a Trecastagni, padre Vincenzo Bonanno originario di Biancavilla e sacerdote a Bronte, don Giuseppe Distefano sacerdote a Trappeto Nord e padre Salvatore Alì parroco a Paternò.

«È un’emozione grande, perché concelebrare con il papa è un evento che accade nella tua vita ed è forse l’emozione più grande che ho vissuto in quest’ultimo periodo ed in particolar modo per il giubileo del mio sacerdozio» ha detto ad Yvii24 don Santino Salamone. Dopo la celebrazione della santa messa, i sacerdoti hanno avuto modo di poter incontrare il papa per una benedizione e uno scambio di parole, anche scherzose«Il papa mi ha invitato a benedire e a portare la sua benedizione a tutta la comunità parrocchiale e anche a dimagrire un pochettino, scherzosamente. È stato un colloquio cordialissimo, lui è molto alla mano, molto semplice e umile. È sempre il successore di Pietro e quindi ai miei occhi è il principe degli apostoli. La nostra presenza li è stata anche per avere anche la conferma al nostro ministero che è iniziato nel 1994»

Hashtags #Giuseppe Distefano #orazio greco #papa francesco #Roma #Salvatore Alì #santa marta #santino salamone #Ultime notizie #Vaticano #vincenzo bonanno #XXV anniversario sacerdozio