Il ritrovamento del cadavere dell’uomo in un’area rurale a sud dell’abitato. Dopo la separazione il pensionato aveva scelto di viaggiare

La tenda in cui viveva il cittadino svizzero rinvenuto cadavere
La tenda in cui viveva il cittadino svizzero rinvenuto cadavere

Un pensionato 59enne di origini svizzere, M.A. le iniziali, classe 1957, da circa quattro mesi a Santa Maria di Licodia, è stato ritrovato morto ieri sera intorno alle 19 all’interno della tenda in cui campeggiava in Contrada Sottana, un’area rurale posta a sud del territorio licodiese.
L’uomo, dopo la separazione dalla moglie, aveva fatto la scelta di vita di viaggiare e circa quattro mesi fa è giunto in provincia di Catania, stabilendosi in un terreno di campagna di proprietà di amici licodiesi, nel quale aveva sistemato una tenda.
Il 59enne era un benestante, come dimostra la tenda che era diventata la sua abitazione – particolarmente costosa – e l’attrezzatura che aveva con sé, fra cui computer e smartphone dotati di connessione internet. Il 59enne sarebbe deceduto, intorno alla mezzanotte, nel sonno a causa di un infarto; il ritrovamento del cadavere è avvenuto una ventina di ore dopo la morte.

 

L’uomo, che prima di arrivare in Italia viveva in Irlanda, e di nazionalità irlandese sono i suoi figli, era titolare di possedimenti in Piemonte. Sul posto, insieme ai Carabinieri e ai Vigili Urbani di Santa Maria di Licodia, è giunta un’ambulanza del 118 che non ha potuto far altro che accertare il decesso, avvenuto per cause naturali. L’accurato sopralluogo nella tenda e intorno ad essa esclude altre ipotesi.

(Ha collaborato Luca Crispi)

Print Friendly, PDF & Email
Hashtags #carabinieri #in evidenza #morto #Santa Maria di Licodia #svizzero