I due ragazzi, uno 17enne e l’altro 16enne, entrambi adraniti, sono stati arrestati dai Carabinieri della Compagnia di Paternò e della Stazione di Santa Maria di Licodia 

I Carabinieri della Compagnia di Paternò e della Stazione di Santa Maria di Licodia hanno arrestato in flagranza di reato un 17enne, pregiudicato, ed un 16enne, entrambi adraniti, poiché ritenuti responsabili del concorso in tentato furto aggravato e tentata rapina.
È stata una vera e propria caccia all’uomo ieri pomeriggio da parte dei militari  dell’Arma, come anticipato da Yvii24 (LEGGI QUI). Diverse telefonate al 112 indicavano la presenza di due malviventi che a bordo di uno scooter avevano tentato di scippare in strada alcune donne sole, non riuscendovi solo per la strenua resistenza opposte dalle vittime. L’episodio clou, prima della cattura, l’aver trascinato a terra la poveretta di turno anch’ella oppostasi allo scippo della borsa.

Il dispositivo di ricerca, con in campo le pattuglie del Nucleo Operativo e della locale Stazione, coordinate direttamente dalla Centrale Operativa della  Compagnia di Paternò, ha rintracciato i due scippatori in via Regina Margherita nei pressi della Stazione Ferroviaria di Santa Maria di Licodia. In un ultimo disperato tentativo di sottrarsi all’arresto,  vedendosi accerchiati,  i due hanno abbandonato il mezzo in strada fuggendo a piedi. Inseguiti sono stati bloccati ed ammanettati, anche con l’aiuto di due poliziotti municipali e di un Carabiniere libero dal servizio della Stazione di Biancavilla che, intuendo quanto stava accadendo, non ha esitato a dare manforte ai colleghi.
Lo scooter, un Piaggio “Sfera” privo di copertura assicurativa, è stato sequestrato mentre gli arrestati sono stati entrambi associati al Centro di Prima Accoglienza per minorenni di Catania.

Print Friendly, PDF & Email
Hashtags #carabinieri #furto #licodia #minorenni #Paternò