Il giovane aveva appena comprato merce da un negozio. In totale aveva 300 Euro contraffatti

Un 21enne pregiudicato paternese, Antonio Cantarera (con precedenti per droga), è stato arrestato a Santa Maria di Licodia dai Carabinieri della locale Stazione, subito dopo avere acquistato merce con soldi falsi. Per lui l’accusa è di per detenzione e spendita di banconote contraffatte. I militari dell’Arma, nel corso di un servizio di controllo del territorio, lo hanno notato in via Vittorio Emanuele mentre usciva da un negozio, ed in particolare hanno notato che – appena vista l’auto dei Carabinieri – ha accelerato il passo. Insospettiti per questo suo comportamento, lo hanno bloccato e perquisito, trovandogli addosso tre banconote false da 50 euro e della merce appena acquistata.

 

carabinieri_21_05_2016I Carabinieri sono allora entrati nel negozio dove era stato effettuato l’acquisto e, dal controllo del denaro in cassa, è uscita fuori una banconota contraffatta da 50 euro. Nella seguente perquisizione domiciliare a casa di Cantarera, i militari hanno ritrovato un’altra banconota falsa da 100 euro, sequestrata insieme alle altre 4. Il 21enne, come disposto dall’Autorità Giudiziaria, è stato posto agli arresti domiciliari  in attesa di essere giudicato con rito direttissimo.

 

 

 

 

Hashtags #arresto #banconote false #carabinieri #in evidenza #Santa Maria di Licodia