Intorno alle venti una Clio rossa investe due auto e rischia di arrotare alcuni pedoni. L’autista, un anziano, viene bloccato poco distante da una piccola folla inferocita

Fa l’autoscontro a Santa Maria di Licodia e tenta di dileguarsi. Ma i proprietari dei mezzi coinvolti proprio non ci stanno: lo inseguono fino a bloccarlo. È accaduto questa sera, poco prima delle otto, nel centro pedemontano. Protagonista un anziano che ha iniziato la sua disastrosa serata nella parte alta di via Vittorio Emanuele, nei pressi del Museo di Palazzo Ardizzone. A bordo di una Renault Clio rossa, l’uomo ha investito un furgone parcheggiato, di colore bianco. Ma invece di fermarsi ha proseguito, mentre il proprietario del mezzo si è messo all’inseguimento dell’investitore.

Poche centinaia di metri e la Clio rossa ha urtato una seconda auto, una Nissan Micra, di colore azzurro metallizzato, parcheggiata in via Aldo Moro nei pressi della piscina. Anche in questo caso l’automobilista non si è fermato, proseguendo ancora per via Aldo Moro rischiando, questa volta, di arrotare alcuni pedoni. Ma la sua folle corsa si è bloccata poco distante, all’incrocio fra via Moro, via Vittorio Emanuele e viale Strasburgo, dove la la Clio rossa è stata fermata dai due mezzi che aveva investito poco prima. I proprietari danneggiati, ma anche i pedoni che avevano rischiato di venir travolti, hanno iniziato ad inveire contro l’anziano al punto che si è sfiorata la rissa. Pian piano gli animi si sono calmati e sul posto sono giunti, per accertare i fatti e la dinamica degli incidenti, i Carabinieri della Compagnia di Paternò.
(Ha collaborato Luca Crispi)

Hashtags #incidente #Santa Maria di Licodia