Incontro acceso oggi tra amministrazione Mastroianni e genitori, all’interno della sala consiliare

“Ci sentiamo presi in giro”,  “chiediamo chiarezza e onestà nei messaggi rivolti ai genitori”, “perché non si è tenuto un incontro prima?”. Sono questi alcuni dei commenti che hanno caratterizzato l’accesissimo incontro che si è svolto questo pomeriggio all’interno della sala consiliare del comune di Santa Maria di Licodia, in un dibattito tra Amministrazione comunale e genitori degli alunni della “Don Bosco” che in questi giorni stanno vivendo il disagio dei doppi turni. Una vicenda ancora per nulla definita, la cui soluzione dovrebbe arrivare con la sottoscrizione del contratto d’affitto biennale con la compagnia di Sant’Orsola già la prossima settimana e con l’avvio dei lavori al piano terra che – secondo quanto riferito dal primo cittadino Salvatore Mastorianni – dovrebbero concludersi entro il 31 ottobre.

Lavori di manutenzione che saranno totalmente a carico delle Orsoline, alla conclusione dei quali verranno rese disponibili 6 aule da  destinare ai piccoli studenti licodiesi. La scelta di optare per le aule del piano terra e non più per quelle dei piani superiori come gli scorsi anni, è stata motivata dal primo cittadino con la possibilità di offrire una struttura più sicura e più fruibile. Una vicenda complicata, almeno quella raccontata dal sindaco Mastroianni, che sarebbe passata anche da un “non affittiamo più” da parte delle Orsoline, per via di alcuni messaggi negativi che sarebbero state rivolte nei loro confronti, da parte di qualche genitore.

Un finale di riunione scoppiettante, invece, quello che ha acceso la sala consiliare come da tempo, forse quelle mura, non vedevano. Il tutto è nato quando il primo cittadino ha voluto porre due domande ai genitori presenti, ovvero “se le amministrazioni passate avessero mai ricevuto i genitori per problemi scolastici” e “se le amministrazioni passate avessero destinato le stesse somme per la sicurezza degli istituti”. E da lì, una sorta di relazione del sindaco sui lavori effettuati dalle due amministrazioni Mastroianni – contestata dai presenti – che ha avuto il sapore di una relazione annuale. Chissà, forse il primo cittadino, non avendo relazionato in consiglio sull’attività svolta ad oggi per il suo mandato bis,  avrà probabilmente scambiato l’incontro con i genitori in una seduta consiliare dove dover parlare del proprio operato.

Altra vicenda portata in aula dai genitori, quella del servizio scuolabus, che sarebbe dovuto partire il primo ottobre ma del quale non vi è traccia. Ulteriore dente avvelenato da parte di chi ha pagato anticipatamente un servizio ma del quale non può ancora usufruirne, messo a tacere dallo stesso Mastroianni il quale ha garantito l’avvio del servizio già da lunedì prossimo. Genitori che non escono comunque soddisfatti dall’incontro odierno e che da oggi aspetteranno certamente fatti concreti – piuttosto che parole da bar – da parte dell’amministrazione che dovrà recuperare in termini di credibilità.

 

Hashtags #Don Bosco #doppi turni #genitori #Salvatore Mastroianni #Santa Maria di Licodia #Ultime notizie