I Carabinieri, allertati da alcuni vicini, hanno scongiurato una tragedia familiare

I Carabinieri della Stazione di Santa Maria di Licodia hanno arrestato, nella flagranza di reato, il 28enne licodiese Giuseppe Bellissimo per lesioni gravi. Il fatto è accaduto ieri sera quando il giovane recluso già per precedenti reati di furto ed evasione, al culmine di una lite, scaturita per beghe di carattere familiare, non ha esitato ad armarsi di due coltelli da cucina e a sferrare alcuni fendenti contro il fratello 25enne. A calmare gli animi ed evitare tragiche conseguenze l’intervento tempestivo dei militari della locale Stazione che, avvertiti al 112 da alcuni vicini, hanno disarmato ed ammanettato l’aggressore. La vittima trasportata da personale del 118 al pronto soccorso dell’Ospedale di Biancavilla è stata visitata e medicata per “Trauma contusivo ginocchio sx con ferita da taglio interessata cute e sottocute” guaribile in 30 giorni. I coltelli sono stati sequestrati mentre l’arrestato, in attesa della direttissima, è stato trattenuto nella camera di sicurezza di Paternò. Questa mattina il Giudice ha convalidato l’arresto e considerata la pericolosità del soggetto che potrebbe reiterare il reato, è stato subito condotto nel carcere di Piazza Lanza

Print Friendly, PDF & Email
Hashtags #arresto #in evidenza #Santa Maria di Licodia