Giuseppe Furnari: «come genitori siamo contenti perché è la prima volta che a Licodia viene inserita questa figura» 

Dopo le richieste dei mesi passati, da parte di diversi genitori di alunni disabili che frequentano il comprensivo “Don Bosco” di Santa Maria di Licodia, hanno preso servizio nei giorni scorsi 2 figure di assistenti alla comunicazione e all’autonomia che operano a fianco degli insegnanti curriculari e di sostegno per un migliore apprendimento ed una proficua integrazione degli studenti diversamente abili. Sono 8 i bambini beneficiari di tali professionalità, per 40 ore settimanali. Le soluzioni all’assenza di tale figura erano arrivate già nel mese di ottobre, dopo un impegno formale da parte dell’amministrazione comunale alla risoluzione del problema. Durante lo stesso mese, la questione era approdata in consiglio comunale attraverso un emendamento al bilancio di previsione che inseriva le somme necessarie nell’apposito capitolo.

«Come genitori siamo contenti» ha spiegato Giuseppe Furnari in rappresentanza del comitato di genitori «perché è la prima volta che a Licodia viene inserita questa figura. Si può fare di più ma questa è comunque una grande conquista a favore dell’integrazione dei bambini sia nell’ambito scolastico che sociale. Come comitato continueremo a vigilare sui nostri figli anche dal punto di vista della sicurezza strutturale. Auspichiamo che in futuro l’amministrazione possa mettere sempre più risorse a favore dei disabili».

 

Hashtags #assistenza autonomia e comunicazione #Don Bosco #in evidenza #Santa Maria di Licodia