I due pusher incontravano i giovani acquirenti di marijuana in un casolare abbandonato in contrada Pulcino

I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Paternò, unitamente ai colleghi dello Squadrone Eliportato Cacciatori “Sicilia”, hanno tratto in arresto Salvatore Cavallaro di 22 anni e Giuseppe Coco di 24, entrambi di Santa Maria di Licodia, per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio. I due giovani erano diventati oggetto dell’interesse investigativo dei militari, che li sospettavano essere rifornitori dei consumatori di marijuana di Santa Maria di Licodia. I militari quindi, posti i due arrestati sotto la loro attenta lente d’ingrandimento, avevano individuato un casolare abbandonato nella contrada Pulcino ove i giovani acquirenti, secondo una consolidata prassi, incontravano i due pusher per l’acquisto della droga.

Dopo aver verificato la cessione di sostanza stupefacente ad un acquirente, i carabinieri sono entrati in azione bloccando i due spacciatori e sottoponendoli anche ad una perquisizione domiciliare a seguito della quale venivano rinvenute 26 dosi di marijuana, già suddivise per la vendita al minuto, due bilancini di precisione, il relativo materiale utilizzato per il confezionamento, nonché 295 euro ritenuti provento dello spaccio. Nella medesima operazione l’acquirente 24enne della droga è stato segnalato alla Prefettura di Catania quale “assuntore”, mentre i due arrestati sono stati posti agli arresti domiciliari in attesa delle determinazioni dell’Autorità Giudiziaria.

Print Friendly, PDF & Email
Hashtags #arresti #droga #giuseppe coco #salvatore cavallaro #Santa Maria di Licodia #Ultime notizie