Il decesso a causa di un malore avvenuto nella notte nella sua casa di Roma

È morto stanotte a Roma nella sua casa capitolina, l’ex sindaco di Santa Maria di Licodia Francesco Petralia. Aveva 84 anni: era nato il 18 gennaio del 1934. Il decesso è avvenuto a causa di un malore. Nell’abitazione di Petralia è subito giunta un’ambulanza, ma per l’ex primo cittadino non c’è stato, purtroppo, nulla da fare.
Francesco Petralia, avvocato del foro romano e consigliere in passato di prestigiose multinazionali, fu primo cittadino licodiese dal 27 maggio 2003 al 26 settembre 2006. Alle amministrative del 2003 ottenne 1.659 voti (37,04 %), superando l’avversario storico, Salvo Rasà – che era sindaco uscente – il quale si fermò a 1.598 voti (35,68%).

Tre anni dopo, nel corso di una drammatica seduta, il Consiglio comunale sfiduciò il sindaco in carica sul filo dei voti, chiudendo mesi di durissima contrapposizione sulla realizzazione della seconda farmacia. Alle successive elezioni (13-14 maggio 2007) vinse Rasà su Petralia col 57,31%.
Francesco Petralia aveva tentato la corsa alla sindacatura anche nel 1998: giunse terzo dietro Rasà (eletto) e dietro Giuseppe Nicolosi. Del 20 maggio del 2017 la scomparsa di Salvo Rasà: adesso, con la morte di Petralia, si chiude definitivamente la stagione politica che li vide protagonisti insieme di epiche battaglie, comprese fra la fine degli anni ’90 e gli anni Dieci del nuovo millennio.

Hashtags #deceduto #ex #francesco petralia #in evidenza #morto #Roma #Santa Maria di Licodia #scomparso #sindaco