Da lunedì prossimo gli studenti che hanno turnato il pomeriggio, troveranno collocazione provvisoria in alcune stanze della “Don Boso” riadattate ad aule

Un colpo di bacchetta magica e voilà, la dirigente scolastica del Comprensivo “Don Bosco” di Santa Maria di Licodia Patrizia Argentino mette fine alla vicenda dei doppi turni che tanto hanno agitato i genitori di molti alunni licodiesi. La notizia è di ieri ed è stata comunicata ai genitori attraverso una circolare a firma della stessa dirigente, la quale informa che “da lunedì 21 ottobre 2019 tutte le classi della scuola primaria a tempo normale svolgeranno le lezioni dalle ore 8:00 alle ore 13:24 mentre le classi a tempo pieno dalle ore 8:00 alle ore 16:00”.

Per chi stesse pensando che la dirigente abbia compiuto un miracolo, moltiplicando le aule disponibili all’interno del plesso centrale della “Don Bosco” alla stregua della moltiplicazione dei pani e dei pesci della più famosa parabola evangelica, rimarrebbe indubbiamente deluso. L’asso nella manica della dirigente Argentino è stato quello di aver “ritenuto opportuno adibire ad aule da destinare alle classi, temporaneamente, cioè fino alla consegna dei nuovi locali, le aule mensa dei tre ordini di scuola, l’aula docenti e un laboratorio”. Una sistemazione temporanea, dunque, che da un lato mira a placare i malumori dei genitori mentre dall’altro intende ridurre al minimo i disagi degli studenti nell’attesa che a fine mese si completino i lavori di sistemazione delle aule dell’ex Sant’Angela Merici.

Ma in tutto questo, c’è anche chi tra i genitori si interroga sul perché la dirigente non abbia preso tale decisione già dal primo giorno di scuola, evitando i fastidiosi doppi turni. “Forse per timore che i tempi di sottoscrizione del contratto d’affitto con la Compagnia di Sant’Orsola si allungassero a dismisura? Forse per timore che quelle aule in via Madonna del Carmelo non venissero mai affittate?”. Questi sono solo alcuni degli interrogativi raccolti da Yvii24 e che i genitori si sono posti in queste ore. Di contro, fonti ufficiose interne alla “Don Bosco” preciserebbero che “le stanze adibite ad aule  non potevano ospitare i ragazzi per molto tempo e non si poteva privare l’istituto per molto tempo di laboratori destinati ai disabili o della mensa”. Mensa scolastica che, comunque, per dovere di cronaca, è stata attivata solamente nella giornata di lunedì in concomitanza con l’avvio del tempo pieno.

Al di là degli interrogativi dei genitori, oggi dalla difficile risposta, adesso non rimane altro che attendere ancora qualche settimana, sperando che i lavori di ripristino del piano terra della Sant’Angela Merici siano portati a compimento entro il mese di Ottobre, così come promesso dallo stesso primo cittadino Salvatore Mastroianni durante la riunione con i genitori di qualche giorno fa tenutasi all’interno della sala consiliare licodiese. La nota positiva della vicenda, epurata da ogni interrogativo e da ogni malumore, rimane comunque quella che i doppi turni – da lunedì – saranno solo un brutto ricordo, per la gioia di genitori e piccini.

Hashtags #Don Bosco #doppi turni #patrizia argentino #Ultime notizie