Il Presidente del Consiglio Comunale licodiese, Gabriele Gurgone, commenta la relazione della commissione straordinaria di liquidazione

Con data 10 Febbraio 2016, la Commissione straordinaria di liquidazione del Comune di Santa Maria di Licodia, ha fatto il punto sulla questione indebitamento, a seguito dell’incontro avvenuto con i capigruppo consiliari lo scorso 16 dicembre. Dalla relazione emerge che, al 31 Gennaio 2016, la massa passiva ammonta a poco meno di 6,5 milioni di euro, con debiti ammessi pari a 4,7 milioni di euro e pagamenti effettuati pari a 2,4 milioni di euro.
Nella relazione si legge inoltre che, alla luce della “rilevante consistenza della massa passiva” e della presenza di “molte pratiche complesse”, si è reso necessario chiedere al Ministero dell’interno di prorogare l’attività della commissione straordinaria oltre il termine ultimo inizialmente fissato al 29 febbraio 2016.

“Io e tutto il consiglio comunale – afferma il Presidente del Consiglio, Gabriele Gurgone – vigileremo affinché eventuali anomalie vengano segnalate, affinché quello che si è verificato negli ultimi 2o anni a Santa Maria di Licodia, non possa essere più perpetrato ai danni dei nostri cittadini”.
Ai licodiesi e agli organi di governo, non rimane altro che attendere questi ulteriori 6 mesi per conoscere le eventuali responsabilità di una cattiva gestione della “cosa pubblica” avvenuta negli anni precedenti.

Hashtags #Gabriele Gurgone #indebitamento #politica #Santa Maria di Licodia