Il rifacimento dell’asfalto sarà condizione necessaria per permettere il passaggio della tappa Cefalù-Etna della centesima edizione della corsa rosa

«Si è rischiato di non far passare il Giro d’Italia da Santa Maria di Licodia e Nicolosi». Sono state queste le parole d’avvio della conferenza stampa tenuta questa mattina del primo cittadino di Santa Maria di Licodia Salvatore Mastroianni all’interno del Palazzo di città, attraverso la quale ha dato notizia del rifacimento straordinario del manto stradale di una parte delle vie Alcide de Gasperi (dall’ex casello 32 FCE fino all’innesto con la circonvallazione), Aldo Moro (fino all’incrocio con la via Cavaliere Bosco) e Cavaliere Bosco fino all’incrocio con lo svincolo per Ragalna, per un totale di 3 chilometri. Ad imporre i lavori sono stati i tecnici della RCS sport, organizzatori della centesima edizione del Giro d’Italia, la cui carovana attraverserà diversi centri etnei pedemontani nei giorni del 9 e 10 maggio prossimi, che a seguito di un sopralluogo hanno evidenziato forti criticità nei territori di Santa Maria di Licodia e Nicolosi (rileggi l’articolo).

Ed ecco “mamma Regione” pronta a rimediare alla magra figura derivante da strade colabrodo del nostro comprensorio, che ha subito tirato fuori dall’uovo di pasqua 500 mila euro da destinare alle strade interessate dal passaggio dei ciclisti, quasi la metà, 234 mila euro, destinate alle strade del territorio licodiese. Un finanziamento che lo stesso primo cittadino precisa che «non è il finanziamento della circonvallazione» previsto dal Patto per la Sicilia «ma è un finanziamento extra ottenuto grazie agli assessori Giovanni Pistorio e Anthony Barbagallo».

«Grazie ai due assessori – spiega il sindaco Salvatore Mastroianni – abbiamo avuto la possibilità di andare ad aggiustare la viabilità dei tratti più impervi del nostro territorio e grazie al giro ci permetterà di ereditare qualcosa di positivo per il paese Grazie ad una convenzione da noi siglata qualche giorno fa insieme agli assessorati al turismo ed alle infrastrutture, il comune di Nicolosi e l’Anas che svolgerà i lavori. I lavori consisteranno nella scarificazione e nel rifacimento dell’asfalto dell’intero manto stradale interessato. Mi auguro che le somme che potremmo risparmiare dal decreto che interesserà la circonvallazione, potremmo utilizzarle per realizzare qualche rotonda in più, aggiusteremo la rotonda all’incrocio con via Vittorio Emanuele e quindi rendere più sicura la strada. I lavori prenderanno il via lunedì prossimo. Noi appena saputo che il giro passava da Santa Maria di Licodia, abbiamo segnalato queste criticità perchè conosciamo le condizioni delle nostre strade».

In argomento Giro d’Italia, gli organizzatori hanno già comunicato la chiusura delle strade interessate sul territorio di Santa Maria di Licodia dalle 14:30 alle 17:30 di giorno 9 maggio ed una troupe televisiva è già stata al comune di Santa Maria di Licodia ad effettuare delle riprese che saranno utilizzate durante la diretta. «Sono stato io a fare da cicerone – afferma orgoglioso il primo cittadino – alla troupe televisiva conducendoli alla Fontana del Cherubino, nel Lavatoio e in zona Tre Cisterne e mi hanno detto che saranno mandate in onda pimra o dopo la tappa. La clip realizzata sarà inviata anche al nostro comune».

Print Friendly, PDF & Email
Hashtags #asfalto #centesimo #ciclismo #giro d'italia #in evidenza #riqualificazione #Santa Maria di Licodia #sindaco #strade #totò mastroianni #via aldo moro #via cavaliere bosco #via de gasperi